Breaking News

Inaugurata a Schio la Fontana della Vita

Inaugurata ieri a Schio la nuova fontana della Vita in piazza Falcone e Borsellino. Presenti anche il nuovo sindaco, Valter Orsi, e la sua giunta, con i sette componenti nominati nei giorni scorsi, ovvero Roberto Polga, Barbara Corzato, Cristina Marigo, Aldo Munarin, Anna Donà, Sergio Rossi e Giancarlo Stefenello. L’inaugurazione della fontana si è svolta, tra l’altro, subito dopo il primo consiglio comunale della nuova amministrazione scledense, eletta il 25 maggio scorso con un drastico cambio di rotta nella politica cittadina.

La fontana della Vita, parte di un ampio progetto di valorizzazione del centro storico e della città nel suo complesso, vuole essere il punto focale di incontro per la comunità e in particolar modo per i bambini, che qui potranno giocare liberi e sicuri. Il progetto, per il quale sono stati spesi 150 mila euro, ha l’obiettivo di rendere più fruibile lo spazio della piazza e di riqualificarne l’immagine, per renderlo sempre più luogo di aggregazione con panchine, nuova pavimentazione e un’illuminazione appositamente studiata.

La nuova fontana, opera scultorea di Alfonso Fortuna, ha il duplice obiettivo di creare una scenografia importante in abbinamento a quella di palazzo Fogazzaro, posto al lato opposto della piazza, e di collegare la piazza ai percorsi che portano al centro e ai luoghi di interesse storico artistico di Schio. L’opera è costituita da un gioco d’acqua con forme essenziali: getti d’acqua a raso sulla pavimentazione, in cui è inserita una trave in pietra che ospita la scultura bronzea che ritrae alcuni fanciulli che giocano.

La pavimentazione della piazza ha lo scopo di accentuare la continuità dello spazio ed è quindi omogenea, con l’eccezione della variazione geometrica della disposizione delle lastre vicino alla nuova fontana. Anche l’illuminazione ha notevole importanza: pur essendo contenuta, consente un notevole effetto scenografico valorizzando i giochi d’acqua. Come dicevamo, la nuova fontana è di tipo a raso, ed h anche getti verticali fissi fino ad un’ altezza di circa 2,50 m. Le apparecchiature elettriche ed idrauliche, necessarie al controllo, gestione e funzionamento del sistema sono state posizionate in un apposito vano tecnico.

La fontana ha 3 ugelli schiumogeni in fusione di bronzo ed ottone, alimentati tramite tubazioni in Pvc, le tubazioni sono collegate agli impianti già esistenti. Sotto la pavimentazione è stata realizzata una vasca di accumulo, che consente il ricircolo d’acqua, senza attingere all’acquedotto evitando così sprechi inutili. Lo scarico di fondo, inoltre, permette di svuotare l’acqua dalla vasca nel caso di manutenzione periodica. E’ stato inserito un sistema automatico di riempimento e mantenimento del livello dell’acqua interna alla vasca, composto da linea idraulica di adduzione di sezione opportuna, elettrovalvola, raccorderia varia e regolatori di livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *