Breaking News
Villa Valmarana ai Nani - Vicenza

Vicenza e il Veneto puntano sul turismo culturale

In occasione della presentazione del Cammino Fogazzaro Roi da parte dell’associazione Cammini Veneti, molti sindaci vicentini si sono incontrati nella sede del consorzio di promozione turistica Vicenza è. Si sono poste così le basi per coordinare sforzi e iniziative in grado di attirare nella nostra provincia il grande pubblico. Presente anche l’assessore regionale al turismo e al commercio estero Marino Finozzi, che conferma come il turismo sia ormai da considerare l’unico asse portante affidabile dell’economia veneta.

Marino Finozzi
Marino Finozzi

Nelle parole dei molti sindaci presenti, ricorrente è stato l’entusiasmo per l’iniziativa di creare a Vicenza un percorso sulla scorta dei grandi cammini medievali verso Santiago de Compostela e sulla via Francigena. Sentieri pedonabili e ciclabili alla scoperta dei gioielli culturali del nostro territorio. Ci si è poi soffermati sul particolare momento storico in cui viviamo, dove iniziative del genere stanno prendendo sempre più piede perché riescono ad unire diversi tipi di esigenze che tutti ritengono essenziali. Prima fra tutte l’attenzione alla salute e allo sport fatto non tanto per agonismo quanto in vista del benessere personale. C’è poi il desiderio diffuso di riscoprire le proprie radici culturali, troppo spesso nascoste da una vita contemporanea che rende sì tutti cittadini del mondo, ma che lo fa spesso al prezzo di oscurare la memoria del passato e le particolarità delle diverse tradizioni. Infine, diffusa è la necessità di continuare a crescere culturalmente ed economicamente senza poter contare su budget economici importanti, sia per i pubblici che per i privati. Ecco allora il valore di iniziative come quelle di Cammini Veneti, che riescono a tenere assieme lo sport con i suoi benefici e le ricchezze culturali del territorio, e a farlo quasi a costo zero, sia per chi organizza e sia per chi fruisce.

In chiusura interviene anche l’assessore regionale Marino Finozzi, , il quale parla di Cammini Veneti come di un “progetto inedito” per il Veneto: “Nella nostra regione – dice Finozzi – molti sono i percorsi legati alla fede, ma nessuno finora è riuscito ad abbinare sport e cultura. Insistere su questo è importante, anche considerando che quella turistica è l’unica industria che per crescere deve migliorare il nostro territorio, e non solo sfruttarlo”

“Il turismo – conclude l’assessore – è una delle poche industrie in fase di crescita. Nei primi mesi di quest’anno si conta un +6% regionale e un +8% della città di Vicenza. A questi turisti poi bisogna aggiungere la massa di escursionisti che visitano il territorio senza pernottare. Un industria che cresce e che la Regione vuole aiutare anche con il grande progetto della Pedemontana, che dovrebbe portare alla scoperta di zone ancora poco battute dai visitatori”

Riccardo Carli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *