Breaking News

C’è anche un’azienda vicentina in Brasile con gli azzurri

C’è anche un pezzo di Vicenza ai mondiali di calcio in Brasile. L’infrastruttura informatica e i sevizi di connettività voce e dati di Casa Azzurri e dell’Hotel Portobello a Mangaratiba, dove alloggia la squadra, sono stati infatti interamente realizzati da Infovi, azienda vicentina del settore delle comunicazioni e dell’Information technology. Il ritiro della nazionale, l’albergo, il campo di allenamento, l’area stampa: tutto è stato messo in rete grazie al lavoro che Infovi ha svolto con i suoi tecnici. Per Marco Ceccon e Alberto Maruzzo, fondatori di Infovi, non si tratta della prima “convocazione” in nazionale: l’azienda vicentina ha infatti curato il servizio anche nel mondiale vinto nel 2006 in Germania e nella successiva edizione in Sudafrica, negli Europei del 2012 e del 2008 e nella Confederation Cup in Sudafrica, nel 2009.

“Siamo al nostro terzo mondiale – sottolineano Ceccon e Maruzzo – grazie ad una stretta collaborazione di cui siamo davvero orgogliosi. Ogni edizione, ciascuna in un diverso continente, è stata una partita unica da giocare, prima di tutto per le specifiche caratteristiche dei luoghi. Servono soluzioni stabili, altamente performanti ed allo stesso tempo dobbiamo garantire una grande versatilità, soprattutto nel gestire il rapporto con i fornitori locali e le richieste last-minute da parte di staff e stampa. Per farlo mettiamo in campo un concentrato di tecnologia e competenza che è lo stesso che garantiamo anche a tutte le piccole e medie imprese nostre clienti in Italia”.

“L’esperienza maturata in questi anni – concludono – ci permette di affrontare questi eventi con la massima preparazione per garantire ai giocatori, allo staff e alla stampa le migliori tecnologie informatiche adeguate alle esigenze sempre più complesse in un evento così importante. Noi abbiamo realizzato la rete di comunicazione, ora speriamo che gli azzurri di reti ne realizzino tante!”.

Nello specifico, Infovi ha progettato e realizzato la piattaforma informatica per tutti i luoghi a disposizione degli azzurri nel ritiro brasiliano: si è quindi garantita la copertura totale di Casa Azzurri e dell’albergo – con connessione internet Wi-Fi in tutte le camere dei giocatori – delle aree di “ospitalità”, le sale stampa e il campo di allenamento, dove per la prima volta viene utilizzata on-line un’apposita applicazione per gestire gli allenamenti e la raccolta dei dati, che richiede una connessione stabile e veloce. Inoltre è stato permesso alle principali emittenti radio-televisive di trasmettere in diretta in Tv e su internet le conferenze stampa ed i vari contributi da Casa Azzurri a Mangaratiba, evitando costosi e talvolta impossibili collegamenti satellitari. Un lavoro concluso subito prima dell’apertura del torneo ma che continua anche oggi grazie alla presenza di un esperto dell’azienda in Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *