Breaking News
Un apparecchio radionico dei tardi anni quaranta - Foto: Elborgo (Creative Commons)
Un apparecchio radionico dei tardi anni quaranta - Foto: Elborgo (Creative Commons)

Bassano, ultimi giorni per la mostra “Radio. La voce della storia”

Ultimi giorni per visitare a Bassano del Grappa, a Palazzo Agostinelli, la mostra “Radio. La voce della storia”, una esposizione di rari apparecchi radiofonici d’epoca, collezionati dal bassanese Pierantonio Ganazzin. La mostra ha riscosso un notevole successo di pubblico fin dalla sua inaugurazione, lo scorso 11 aprile, e chiuderà il prossimo 30 giugno. Migliaia le persone che sono entrate ad ammirare gli straordinari pezzi esposti, e non sono mancate richieste al proprietario della collezione di portare la mostra anche in altre città.

Numerosi sono stati anche i visitatori stranieri, provenienti da Francia, Germania, Svizzera, Portogallo, Argentina, Brasile, Uruguay e Spagna. In mostra si trovano pezzi molto rari e di grande fascino: dall’antenna di ricezione di Popov del 1884 alla trasmissione di segnali a bassa frequenza di Marconi nel 1895, dai circuiti di rilevazione di Fleming nel 1904 ai circuiti di amplificazione di de Forest nel 1906 e ai dispositivi di propagazione del suono nel 1911.

Si inizia la visita con il primo supporto sonoro di Edison inciso su cera nel 1900 e si conclude con il Cubo Brionvega presente anche al Moma di New York. L’esposizione, ad ingresso libero, è stata realizzata grazie al Consiglio di quartiere del Centro storico di Bassano, all’Associazione Radioamatori Italiani e al bimestrale Antique Radio, con il patrocinio dell’amministrazione comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *