Breaking News
I bulbi contenenti oppio sequestrati oggi
I bulbi contenenti oppio sequestrati la notte scorsa

Arriva in treno con 400 bulbi di papavero da oppio

Hashish e marijuana, ma soprattutto cinque involucri di colore scuro contenenti al loro interno 400 capsule di papavero da oppio essiccate, per un peso complessivo di circa ½ chilo. E’ con questo carico che, la scorsa notte, i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Vicenza, affiancati dalle unità cinofile antidroga e coadiuvati dagli agenti della Polfer, hanno sorpreso un cittadino indiano, arrivato in città con un treno proveniente da Treviso. A tradirlo è stata soprattutto la presenza dei cani, e per essere ancora più chiario la sua evidente apprensione appena li ha visti.

Questo nervosismo dell’uomo non è sfuggito ai finanzieri, che hanno colto la palla al balzo ed hanno fatto fiutare il soggetto alle unità cinofile, che hanno subito rilevato l’odore inconfondibile della sostanza stupefacente. Se è piuttosto frequente che qualcuno di questi corrieri venga pizzicato con hashish o marijuana,  molto più insolito è invece trovare dell’oppio.

“Tale droga – spiega una nota della guardia di Finanza di Vicenza – ha un basso costo ma provoca effetti particolarmente pericolosi. Dai bulbi dell’oppio, infatti, si estrae un succo che provoca effetti sedativi tipici della morfina o dell’eroina; ogni fiore essiccato è, di fatto, il contenitore di una piccola dose di sostanza stupefacente che, una volta svuotato del suo liquido, mantiene delle tracce di oppio e può essere masticato, fumato o utilizzato per preparare infusi, come da tradizioni popolari indiane”.

“Tutta la sostanza rinvenuta – conclude la nota – è stata sequestrata e la persona è stata, quindi, segnalata in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria del capoluogo berico e rischia la pena della reclusione da sei mesi a quattro anni e della multa da euro 1.032 a euro 10.329”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *