Villaverla, antico e moderno in mostra a Villa Ghellini

Si inaugura sabato 31 maggio la mostra Itinere. Antico e contemporaneo, accolta nelle sale affrescate di Villa Verlato, a Villaverla, e aperta sino all’8 giugno. Occasione stimolante per i visitatori di osservare come si può sviluppare un dialogo anche tra l’arte antica e quella contemporanea e per visitare la prestigiosa villa, chiusa da vent’anni e riaperta per l’occasione, opera progettata e firmata dallo Scamozzi ed affrescata da artisti veneti della fine del ‘500. Molto più di una mostra: un vero e proprio evento che contempla un programma ricco di proposte che spaziano dalla mostra di arti visive a spettacoli, workshop e concerti. Inoltre, nei giorni dell’esposizione, verranno organizzate visite guidate sulla storia della villa e dei suoi preziosi affreschi. La mostra, a ingresso libero, è collegata al Festival delle Arti che si svolgerà il 9 e 10 giugno.

“La mostra – spiega la curatrice Francesca Rizzo- espone le opere di artisti, locali e non, emergenti ed affermati, quali Gabriele Brucceri, Enzo Montagna, Mariella Scandola, Mattia Scappini, Toyomi Nara, Pino Guzzonato. In via del tutto eccezionale saranno proposte le opere di due artisti di fama mondiale come Mario Schifano, punto fondamentale della Pop Art italiana ed mondiale degli anni Sessanta, e Hsiao Chin le cui opere sono presenti in collezioni pubbliche quali la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, il Palazzo dei Diamanti di Ferrara, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Museo d’Arte Moderna di Barcellona, il Guandong Museum of Art di Guanzhou, il Museum of Art di Hong Kong. La scelta degli artisti vuole approfondire il concetto del viaggio, inteso come movimento fisico e dell’anima, viaggio tra le tecniche artistiche e le sperimentazioni materiali da una parte all’altra del mondo. Un significativo dialogo tra le arti. Durante la sera dell’inaugurazione vi sarà inoltre un momento dedicato alla musica antica: con l’arciliuto e la viola da gamba, strumenti dipinti in villa, si darà voce agli antichi affreschi”.

Maestosa e altissima dimora patrizia nella piazza del paese, villa Verlato Putin fu progettata tra il 1574 e il 1576 da Vincenzo Scamozzi per la famiglia Verlato. La villa al suo interno presenta una ricca decorazione ad affresco. La sala centrale rievoca alcuni degli episodi più significativi della vita di Giovanni Verla, il capostipite della famiglia, e le scene raffigurate vengono spiegate da un’iscrizione latina posta sopra ad ogni riquadro. Ancora più interessante la sala adiacente con la rappresentazione dettagliata della battaglia di Lepanto. Gli attuali proprietari Putin hanno concesso un’apertura straordinaria del bene, in occasione della mostra. Sarà un’occasione unica per apprezzare i meravigliosi affreschi presenti nelle due sale principali.

Programma della giornata

  • Ore 10  Apertura della mostra
  • Ore 17  Inaugurazione e presentazione degli affreschi della villa
  • Ore 18.30  Presentazione critica alla presenza di alcuni degli artisti in mostra
  • Ore 19.00  Concerto di musica antica con Ilaria Fantin, arciliuto, e Massimiliano Varusio, viola da gamba

Apertura al pubblico dal 31 maggio all’1 giugno e dal 7 all’8 giugno dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità