Illustrazione del 1876 che rappresenta il processo a Mary Walcott, ritenuta una strega perchè parlava in modo strano
Illustrazione del 1876 che rappresenta il processo per stregoneria a Mary Walcott, nel 1692. Faceva strani discorsi...

Vicenza, sabato al Teatro Olimpico la serata del “Premio Faber” Confartigianato

Si esibirà sabato, 24 maggio, a Vicenza, al Teatro Olimpico, per la serata del Premio Faber Confartigianato, la compagnia teatrale Al Castello, vincitrice del concorso La Maschera d’Oro 2014. Lo spettacolo, con cui il gruppo si è aggiudicato il premio annuale della prestigiosa manifestazione, è “Il crogiuolo” di Arthur Miller, pietra miliare della drammaturgia del Novecento. Così come celebre è il suo autore, tra le firme più note del teatro moderno per i suoi meriti di scrittore e per il suo passato mondano, tra cui ricordiamo il matrimonio con Marilyn Monroe che lo mise per anni sotto i riflettori della stampa scandalistica.

Scritta nel 1953 dal commediografo newyorkese,  l’opera è nota anche con il titolo “Caccia alle streghe” e si riferisce ad un fatto realmente accaduto a Salem, in Massachussetts, nel 1692. Nell’opera è evidente l’intenzione di Miller di richiamare le coscienze, pervase dallo spirito anticomunista del tempo, sulle terribili conseguenze alle quali può portare la paura del diverso, unita all’odio e all’ignoranza.

La giuria nell’attribuire il premio si è così espressa : “un testo difficile e pieno di rimandi, la compagnia ha evidenziato la complessità e la tensione inestinguibile, con presenze attoriali di grande rilievo e una regia attenta e sensibilissima. Privilegiando i comportamenti isterici di una comunità che nella paura e nel pregiudizio dilapida la propria umanità, la formazione non ha mai trascurato nemmeno il dramma psicologico e morale dei singoli. Complice inoltre una scenografia tanto semplice quanto funzionale ed evocativa, essa ha saputo dare unità al dramma, offrendo, nell’insieme così ottenuto, una significativa testimonianza di teatro di grande passione civile”.

Parole molto incoraggianti per la Compagnia folignate guidata da Claudio Pesaresi. Com’è noto, il Premio Faber consente alla compagnia vincitrice  il privilegio di potersi esibire, in una serata a invito, sul palcoscenico palladiano del Teatro Olimpico, e questa sarà un appuntamento particolare anche perché la manifestazione festeggia i suoi primi vent’anni. Era infatti il 27 maggio del 1995 quando, all’Olimpico, venne consegnato il primo Premio Faber Teatro, istituito in occasione del cinquantenario di fondazione dell’Associazione Artigiani della provincia di Vicenza.  Lo scopo è rivolgere attenzione e sostegno a quel mondo del teatro amatoriale che presentava, e presenta tuttora, numerosi punti di contatto con le peculiarità del lavoro e della creatività nell’artigianato.

“Punti di contatto – osserva Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza – che possono essere identificati nella ampia diffusione, sul nostro territorio, sia della piccola impresa che dell’attività teatral. Ma anche nella valenza sociale che esse possiedono; nel loro porsi come fecondo ponte fra passato e presente, fra tradizione e innovazione, forza individuale e spirito collettivo; nel loro sviluppare il senso della comunità e il suo propositivo confronto con altre culture; nel favorire, insomma, una crescita dei livelli di vita e della partecipazione alla continua nascita di nuove idee”.

Ester Tomè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *