Lavoro

Vicenza, all’assessore Cavalieri anche le politiche del lavoro

Nuova delega per l’assessore del Comune di Vicenza Michela Cavalieri, che d’ora in poi si occuperà anche di politiche del lavoro. Lo ha deciso il sindaco, Achille Variati, che ha chiesto all’assessore alle risorse economiche di aggiungere il nuovo incarico alle deleghe già di sua competenza, che riguardano materie importanti quali bilancio, entrate, patrimonio, contratti e rapporti con le aziende partecipate.

Michela Cavalieri
Michela Cavalieri

“L’assessore Cavalieri – ha commentato Variati – dovrà occuparsi di progetti di grande rilievo, per sostenere chi ha perso il lavoro e chi lo cerca. A questo proposito desidero ringraziare il consigliere comunale Tommaso Ruggeri, padre dell’iniziativa Cercando il lavoro, nel quale il nostro Comune è capofila di amministrazioni della città metropolitana che, significativamente, hanno saputo fare. Gli avevo chiesto di continuare a seguire il progetto che aveva avviato da assessore. Lo ringrazio perché, malgrado gli attuali impegni professionali non gli consentano di accettare un incarico formale come consigliere delegato, si è già messo a disposizione dell’assessore per collaborare alla prosecuzione dell’iniziativa. Segnalo peraltro che la stessa Michela Cavalieri conosce già bene il progetto perché, prima di diventare assessore, con il suo studio di selezione del personale si era messa a disposizione di Cercando il lavoro, tenendo corsi di formazione gratuiti”.

“Quello del lavoro – ha poi aggiunto l’assessore – è il tema cardine di questi anni difficili. Dal 2012, anno di nascita del progetto Cercando il lavoro, Vicenza ha saputo fare rete in modo efficace non solo con gli altri comuni della cintura urbana, ma anche con ordini e professionisti che hanno fornito gratuitamente sostegno a centinaia di cittadini in cerca di occupazione. Oggi l’iniziativa è diventata un fiore all’occhiello del territorio, sia per chi ha perso il lavoro, sia per chi, disoccupato, deve fare i conti con un mondo del lavoro in continua evoluzione”.

Ricordiamo che il progetto Cercando il lavoro, attivo da ottobre 2012, vede l’adesione di sedici comuni della provincia di Vicenza: Altavilla Vicentina, Arcugnano, Bolzano Vicentino, Brendola, Caldogno, Costabissara, Creazzo, Dueville, Isola Vicentina, Longare, Monteviale, Monticello Conte Otto, Quinto Vicentino, Sovizzo, Torri di Quartesolo e Vicenza. Il progetto è dunque una rete che coinvolge, oltre ai comuni, anche l’Ordine provinciale dei Consulenti del Lavoro, società di selezione, consulenza e formazione, Federmanager e professionisti privati che hanno fornito sostegno a centinaia di cittadini in cerca di occupazione.

L’obiettivo primario è quello di offrire gratuitamente un sostegno nella ricerca attiva di lavoro, attraverso strumenti come corsi di formazione, colloqui individuali con i consulenti del lavoro, percorsi personali di orientamento, tirocini, consulenze individuali, corsi tecnici e percorsi di start-up. Al progetto sono iscritti 1.632 disoccupati residenti nel Comune di Vicenza, 612 in altri comuni, con una crescita settimanale costante, per un totale di 2.244 persone.

Nuova delega per l’assessore del Comune di Vicenza Michela Cavalieri, che d’ora in poi si occuperà anche di politiche del lavoro. Lo ha deciso il sindaco, Achille Variati, che ha chiesto all’assessore alle risorse economiche di aggiungere il nuovo incarico alle deleghe già di sua competenza, che riguardano materie importanti quali bilancio, entrate, patrimonio, contratti e rapporti con le aziende partecipate.

“L’assessore Cavalieri – ha commentato Variati – dovrà occuparsi di progetti di grande rilievo, per sostenere chi ha perso il lavoro e chi lo cerca. A questo proposito desidero ringraziare il consigliere comunale Tommaso Ruggeri, padre dell’iniziativa Cercando il lavoro, nel quale il nostro Comune è capofila di amministrazioni della città metropolitana che, significativamente, hanno saputo fare. Gli avevo chiesto di continuare a seguire il progetto che aveva avviato da assessore. Lo ringrazio perché, malgrado gli attuali impegni professionali non gli consentano di accettare un incarico formale come consigliere delegato, si è già messo a disposizione dell’assessore per collaborare alla prosecuzione dell’iniziativa. Segnalo peraltro che la stessa Michela Cavalieri conosce già bene il progetto perché, prima di diventare assessore, con il suo studio di selezione del personale si era messa a disposizione di Cercando il lavoro, tenendo corsi di formazione gratuiti”.

“Quello del lavoro – ha poi aggiunto l’assessore – è il tema cardine di questi anni difficili. Dal 2012, anno di nascita del progetto Cercando il lavoro, Vicenza ha saputo fare rete in modo efficace non solo con gli altri comuni della cintura urbana, ma anche con ordini e professionisti che hanno fornito gratuitamente sostegno a centinaia di cittadini in cerca di occupazione. Oggi l’iniziativa è diventata un fiore all’occhiello del territorio, sia per chi ha perso il lavoro, sia per chi, disoccupato, deve fare i conti con un mondo del lavoro in continua evoluzione”.

Ricordiamo che il progetto Cercando il lavoro (sul quale diamo qualche informazione in più su questa pagina) è attivo da ottobre 2012 e vede l’adesione di sedici comuni della provincia di Vicenza: Altavilla Vicentina, Arcugnano, Bolzano Vicentino, Brendola, Caldogno, Costabissara, Creazzo, Dueville, Isola Vicentina, Longare, Monteviale, Monticello Conte Otto, Quinto Vicentino, Sovizzo, Torri di Quartesolo e Vicenza. Il progetto è dunque una rete che coinvolge, oltre ai comuni, anche l’Ordine provinciale dei Consulenti del Lavoro, società di selezione, consulenza e formazione, Federmanager e professionisti privati che hanno fornito sostegno a centinaia di cittadini in cerca di occupazione.

L’obiettivo primario è quello di offrire gratuitamente un sostegno nella ricerca attiva di lavoro, attraverso strumenti come corsi di formazione, colloqui individuali con i consulenti del lavoro, percorsi personali di orientamento, tirocini, consulenze individuali, corsi tecnici e percorsi di start-up. Al progetto sono iscritti 1.632 disoccupati residenti nel Comune di Vicenza, 612 in altri comuni, con una crescita settimanale costante, per un totale di 2.244 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *