Senza categoria

Vicenza, il 10 maggio i negozi del centro per l’Africa

Sabato 10 maggio, festa della mamma. Perchè non festeggiarla quest’anno in modo diverso dal solito? In occasione della festa, sabato 10 i negozi e gli esercizi commerciali di Piazzetta Palladio a Vicenza dedicheranno un pomeriggio alla solidarietà. Parte delle vendite della giornata sarà infatti devoluta al progetto Prima le mamme e i bambini di Medici con l’Africa Cuamm: scegli un regalo che vale doppio e dona la speranza a una mamma africana e al suo bambino!

L’iniziativa è organizzata con il patrocinio del Comune di Vicenza. Alle 17.30, inoltre, è previsto il saluto di Achille Variati, Sindaco di Vicenza, le testimonianze del dottor Vicenzo Riboni, primario Pronto Soccorso di Vicenza, e di Valentina Volpon, ostetrica da poco rientrata dalla Sierra Leone. A seguire il concerto del giovane e talentuoso gruppo di musicisti vicentini Les Manouches Bohémiens. Per tutta la durata dell’iniziativa sarà a disposizione un info point del Cuamm: i volontari del Gruppo Medici con l’Africa Cuamm di Vicenza aspettano i vicentini sotto i portici della Basilica Palladiana. Per informazioni: Referente Medici con l’Africa Cuamm – Mariagiovanna Costa cel. 340 1077568. Referente commercianti Martino Roviaro tel. 0444 324516.

Al di là dell’iniziativa, però, ci piace far sapere ai lettori che il Cuamm, nonostante la sede sia a Padova, ha origini vicentine. Il fondatore fu infatti negli anni ’50 un medico di Schio, Francesco Canova, al quale il Comune scledense dedicò una mostra fotografica a fine 2010. Canova nacque a Schio nel 1908 e verso la metà del secolo scorso diede vita, assieme all’allora Vescovo di Padova Girolamo Bortignon, ad un programma di prepararazione per studenti di medicina italiani e stranieri desiderosi di dedicare un periodo al servizio degli ospedali missionari e delle popolazioni più bisognose nei paesi in via di sviluppo. Tra il 1954 e il 1960 partirono i primi 54 medici, 48 uomini e 6 donne, con destinazione quasi sempre un paese sotto il domino coloniale e attività negli ospedali gestiti da missionari. I paesi raggiunti in questa prima fase furono 15, dieci dei quali in Africa: Congo, Ghana, Kenya, Libia, Marocco, Nigeria, Somalia, Swaziland, Tanganika e Uganda.

Dopo sessant’anni, più di mille persone hanno prestato servizio con Medici con l’Africa e hanno dato il loro personale contributo, professionale e umano, in una qualche parte del mondo povero. Il percorso di Medici con l’Africa ha intersecato gli eventi sociali, politici, religiosi, nazionali e internazionali che si sono succeduti nella seconda metà del ventesimo secolo. Medici con l’Africa Cuamm è la prima organizzazione non governativa sanitaria riconosciuta in Italia. Impegnata per il rispetto del diritto umano fondamentale alla salute e per rendere l’accesso ai servizi sanitari disponibile a tutti, anche ai gruppi di popolazione che vivono nelle aree più isolate e marginali. Oggi è presente in sette paesi dell’Africa a sud del Sahara, in Angola, Etiopia, Mozambico, Sud Sudan, Tanzania, Uganda e Sierra Leone, dove 168 operatori, tra personale nazionale e internazionale, nel corso del 2013 sono stati impegnati in 38 progetti di cooperazione principali e un centinaio di micro-realizzazioni di supporto.

Alessandro Scandale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button