Breaking News

Turismo, il Veneto e la Pedemontana in diretta con Instagram

Si chiama Veneto in diretta il progetto che dal 31 maggio al 2 giugno utilizzerà Instagram, la piattaforma digitale di condivisione fotografica più diffusa al mondo, con 152 milioni di utenti, per proporre immagini della Pedemontana veneta coinvolgendo instagramers stranieri, comunità di instagramers locali e semplici appassionati. “Sarà un modo per promuovere, – ha spiegato l’assessore al turismo del Veneto, Marino Finozzi, – in maniera moderna e innovativa, i territori veneti tra la pianura e la montagna. Una opportunità unica per vedere questi bellissimi luoghi attraverso gli obbiettivi e gli occhi curiosi degli Instagramers più seguiti e conosciuti d’Europa”.

Marino Finozzi, assessore al Turismo della Regione Veneto
Marino Finozzi

“Grazie alla collaborazione – ha precisato l’assessore – con Face New Ventures, l’associazione che ha ideato il progetto, riconosciuto ufficialmente da Instagram, siamo riusciti ad assicurarci la presenza di instagramers provenienti da Germania, Austria, Spagna, Francia, Russia, Stati Uniti, Italia, che hanno la caratteristica di pubblicare immagini di grande impatto. Vengono chiamati popular, provengono da ogni continente e parlano per immagini a milioni di persone. Ecco perché sarà un’occasione unica per raccontare la Pedemontana veneta in tutte le sue molteplici sfaccettature ed eccellenze: dalle bellezze paesaggistiche ed artistiche alle produzioni tipiche e a quelle enogastronomiche”.

“Passando per Posina, Laghi, Thiene, Breganze, Nove – ha concluso Finozzi – e concludendo con un grande momento di aggregazione a Marostica, verrà realizzato un vero e proprio racconto per immagini in tempo reale, con la possibilità per tutti gli appassionati di cogliere l’opportunità  imperdibile di poter fotografare, gomito a gomito con le star della fotografia digitale, ma soprattutto con la certezza di raggiungere milioni di visitatori attenti in ogni parte del mondo, grazie alla popolarità dei professionisti coinvolti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *