Breaking News

Pioggia e grandine ancora una volta flagellano le coltivazioni

Non più di una mezz’ora ieri sera, tra le 20 e le 20.30, ma è riuscito a far danni. Parliamo del maltempo che ha imperversato in più di una località della provincia di Vicenza, con un acquazzone violento misto a grandine. Le aree più colpite sono state quelle nei dintorni di Gambellara, Trissino, Castelgomberto, Montegalda, Montegaldella, Camisano Vicentino e Maragnole. Miracolosamente risparmiato invece il Bassanese. Numerosi i seminterrati allagati, in particolare a Camisano Vicentino, con la località Rampazzo tra le più colpite. Il danni maggiori, come sempre avviene in questi casi, si sono registrati nel settore agricolo. Tra le colture danneggiate si segnalano vigneti, frutteti, mais e grano.

“Un evento improvviso e di grande violenza – ha commenta il presidente di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – che si è abbattuto indistintamente sull’intera provincia, coprendo un’area indubbiamente vasta”. I danni, effettivamente, sono ingenti in tutto il Veneto, anche se al momento appare azzardato fare delle stime. Tuttavia, bisogna nota il fatto che si tratta dell’ennesimo accadimento atmosferico con conseguenze significative ai danni degli agricoltori veneti.

“I raccolti – ha detto ancora Cerantola – sono sempre più in bilico a causa delle variazioni climatiche repentine ma non possiamo restare indifferenti di fronte a questi episodi, che devono farci riflettere anche rispetto al problema dell’utilizzo del suolo ed alla cementificazione, tema che sta particolarmente a cuore a Coldiretti. Deve maturare tra le categorie e le amministrazioni locali una sensibilità nuova rispetto all’utilizzo del territorio, al fine di ristabilire il giusto equilibrio tra sviluppo e natura”. Nei prossimi giorni Coldiretti Vicenza provvederà ad effettuare precise segnalazioni dei danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *