domenica , 12 Settembre 2021

La “Notte dei musei”, le proposte di Bassano del Grappa

Torna anche a Bassano, sabato 17 maggio, “La Notte dei Musei”, l’evento di respiro europeo, sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, che in tutta Italia apre le porte dei musei in orario serale, permettendo una modalità insolita di avvicinarsi al patrimonio artistico a tutti coloro che non riescono a farlo nei consueti orari di visita. I Musei civici di Bassano del Grappa aderiscono anche quest’anno all’iniziativa proponendo un orario di visita straordinario che dalle 20 alle 24 (ultima entrata ore 23.30) proporrà ad ingresso gratuito la visita a tutte le mostre allestite nei diversi spazi espositivi.

In Museo è inoltre previsto dalle 20.30 alle 22.30 l’intervento di studenti del Liceo bassanese Brocchi cheinterpreteranno una scelta di testi letterari, di Dante, Tasso, Manzoni, Foscolo, Goethe ed altri, incentrati sul motivo del paesaggio, in corrispondenza delle opere conservate in museo ed inserite nel recente itinerario dedicato al tema della rappresentazione dell’ambiente naturalistico. Un percorso di visita sarà poi guidato alle 22.30 da Giuliana Ericani, direttore dei Musei bassanesi. Tutto questo sarà poi replicato nel pomeriggio di domenica 18 maggio.

Le proposte del Museo civico:

  • Michelangelo. Capolavori grafici, con 18 straordinari disegni, selezionati dalla inestimabile collezione grafica di proprietà della Fondazione Casa Buonarroti di Firenze e collocati accanto ai dipinti di Jacopo Dal Ponte, rivelando così con immediata evidenza come il maestro fiorentino abbia ispirato i modi della cosiddetta “seconda maniera” di Jacopo Bassano, dove il tratteggio delle parti rilevate ed in luce e le ombre fortemente segnate delineano le figure con un nuova volumetria (Museo Civico, pinacoteca).
  • Paesaggio urbano nella mappa dei Bassano. Preziosa occasione per ammirare una delle più belle mappe del Cinquecento italiano uscita dalla bottega dei Dal Ponte e raramente esposta per ragioni di conservazione. Il pregevole documento induce all’analisi dello sviluppo urbanistico di Bassano e permette una riflessione sulle rappresentazioni cinquecentesche delle città italiane ma anche sulle possibilità che la georeferenziazione digitale offre per la lettura, la conoscenza e l’interpretazione di un territorio (Museo Civico, ala nuova).

Le proposte di palazzo Sturm:

  • Michelangelo inciso. Rassegna di opere selezionate dalle collezioni grafiche museali bassanesi e riproducenti opere create dal genio della Sistina, a testimonianza della fortuna goduta dalle sculture michelangiolesche nel corso dei secoli (Museo Remondini, Sala delle Spade).

Per chi non lo avesse ancora fatto sarà l’occasione buona per visitare il Museo civico nella nuova versione 2.0, risultato di impegnativi lavori di ristrutturazione che hanno rinnovato l’antica sede, ottenendo ampi spazi di accoglienza, un bookshop ammodernato, una spaziosa area destinata alla didattica museale, sala conferenze climatizzata, postazioni multimediali e nuovi spazi espositivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità