Breaking News

Marano, una domenica di festa per l’ambiente

Si sta per concludere a Marano il mese dedicato all’ambiente che ha proposto un fitto programma di iniziative volte al rispetto per la natura e alla salvaguardia del paesaggio. Domenica 25 maggio, dalle 11 alle 18, al Parco della Solidarietà andrà in scena Ambientiamoci, una giornata eco-sostenibile promossa dall’Amministrazione comunale di Marano in collaborazione con la Pro Marano. Durante l’intera giornata funzioneranno l’ecomercato dei fornitori del Gruppo Acquisto Solidale di Marano, la mostra dei prodotti agricoli maranesi, curata dalla Coldiretti, il mercatino del baratto e alcuni laboratori di autoproduzione. E per i più piccoli attività di costruzione di strumenti musicali e le letture animate “riciclose” organizzate dall’associaizone “Ambarabacicilibrò”.

“Questa giornata conclude in bellezza l’edizione 2014 di Ambientiamoci, manifestazione che ha coinvolto numerosi cittadini maranesi e dell’altovicentino – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Francesco Luca – Con piena soddisfazione abbiamo riscontrato grande interesse nei confronti delle tematiche ambientali. L’iniziativa “Adotta un’aiuola”, ad esempio, ha già ricevuto le prime adesioni. Va sottolineato, inoltre, che le attività si sono svolte in posti sempre diversi, dagli argini dei torrenti alla biblioteca civica, dal cinema all’auditorium, a indicare la ricchezza di luoghi dove ritrovarsi, discutere e socializzare”.

Ambientiamoci si inserisce all’interno del cartellone di eventi a sfondo ambientale che hanno visto sabato 5 aprile la pulizia di alcune zone di Marano; martedì 29 aprile l’incontro con Giovanni Lonati dello IUAV Venezia e Luca Martinelli di Altreconomia, durante il quale si è parlato di cave, discariche, movimenti e tutela del territorio; martedì 6 maggio la presentazione del progetto “Adotta un’aiuola” in collaborazione con la Consulta Qualità del Territorio; e infine venerdì 9 maggio l’assemblea con Luca Mercalli incentrata sui cambiamenti climatici e sulla necessità di una maggiore consapevolezza e responsabilità ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *