L’editore vicentino Padovan dona alle biblioteche un volume sulla fauna locale

L’editore vicentino Gilberto Padovan, già conosciuto per le sue realizzazioni di pregiate opere bibliografiche e stampe, dona a tutte le Biblioteche Civiche e alle Scuole Secondarie di I grado il volume Atlante degli uccelli nidificanti nella provincia di Vicenza, scritto dal gruppo ornitologico Nisoria. Un’ iniziativa pubblica che Padovan suggellerà con un evento culturale il 7 maggio alle 17 a Palazzo Giustiniani Baggio, in Contrà S.Francesco 41 a Vicenza. A ricevere questo prezioso strumento scientifico saranno tutte le Biblioteche Civiche e le Scuole Secondarie di I grado del Vicentino. Nell’occasione il professor Massimo Celegato parlerà sul tema La voce della natura sul pentagramma. Saranno presenti anche i professori d’orchestra Jenni Kuronen e Antonio Camponogara.

1L’Atlante è firmato dal Gruppo Vicentino di Studi Ornitologici Nisoria e pubblicato qualche anno fa da Gilberto Padovan. Frutto di oltre dieci anni di ricerche e studi da parte di un folto gruppo di specialisti attivi in tutto il territorio vicentino, è un prezioso e accurato strumento per gli addetti ai lavori, sia come interessante lettura per chiunque voglia meglio conoscere, anche da un punto di vista faunistico, l’ambiente in cui vive.

In oltre duecento pagine ci sono fotografie, utili carte e mappe topografiche, approfonditi (ma di agevole comprensione) interventi sulle caratteristiche del territorio e delle numerose specie di uccelli che in esso vivono. Con prefazione di Pierandrea Brichetti, del Centro Italiano Studi Ornitologici, e un’introduzione di Giancarlo Fracasso, presidente del gruppo Nisosria, l’ Atlante affronta separatamente gli aspetti fisici, climatici e della vegetazione del territorio, dandone poi testimonianze dirette attraverso una pregevole galleria di immagini.

Definito così nelle sue linee essenziali l’ambiente della provincia, il volume ne presenta poi, uno dopo l’altro, gli “inquilini” nidificanti: oltre quaranta famiglie, 149 specie, più o meno numerose, più o meno conosciute, dal passero all’aquila reale, dal fagiano allo scricciolo, all’upupa, al gufo. Per ognuno, una dettagliata carta di identità, con fotografia, zone di diffusione, numero e percentuale di nidificazione, debitamente distinta fra possibile, probabile e certa. Completato da un glossario destinato a chiarire i termini più “tecnici” utilizzati nel testo, e da un’accurata bibliografia, l’ Atlante è stato visto dagli esperti come una tappa di grande importanza negli studi in materia per quanto riguarda il territorio vicentino. “Questo volume – scrive infatti Fracasso nell’introduzione – descrive per la prima volta dettagliatamente la distribuzione dell’intera avifauna provinciale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità