Breaking News

Una giornata di educazione stradale per gli studenti di Vicenza

Studenti di Vicenza a lezione di educazione stradale. Le classi quarte e quinte degli istituti superiori della città parteciperanno infatti,  giovedì 8 maggio dalle 10 alle 12.30, al Teatro Comunale Città di Vicenza, ad una mattinata formativa sul tema appunto dell’educazione stradale. Lo scopo dell’iniziativa è, naturalmente, quello di diffondere la cultura della prudenza e della sicurezza stradale, in particolare tra i giovani che si apprestano a conseguire il patentino o la patente auto.

E’ prevista anche la proiezione di un video e la distribuzione di un vademecum. L’iniziativa rientra in un progetto regionale ed è promossa dall’Ufficio giovani del Comune di Vicenza, con il servizio Informagiovani e in collaborazione con la Polizia Stradale, il Sert, il Pronto soccorso dell’Ospedale di Vicenza, l’Aci, la Motorizzazione civile e alcune associazioni che promuovono la mobilità sostenibile.

“Si tratta di un momento formativo molto importante – spiega Giacomo Possamai,  consigliere comunale delegato alle politiche giovanili -. Negli ultimi anni si è finalmente ridotto il numero degli incidenti e dei morti sulle strade. Bisogna proseguire in questa direzione, investendo in particolare sulla prevenzione e l’educazione, partendo dai giovani. Il video che sarà proiettato è di un’efficacia comunicativa straordinaria: pensiamo sarà una tappa importante nella preparazione dei ragazzi che nei prossimi mesi prenderanno la patente”.

Durante la mattinata, in circa 90 minuti, un medico del 118 specializzato in Medicina d’urgenza, emergenza ed elisoccorso, Rommel Jadaan, e l’istruttore di guida Fabio Vivian, avranno una mission comune: prevenire l’incidentalità portando l’esperienza diretta di chi forma e abilita i conducenti dei veicoli e di chi porta soccorso dopo un incidente. Video, musica e immagini, con esempi concreti di comportamenti negativi nella circolazione stradale, saranno i mezzi per parlare agli studenti, avvicinarli, colpirli, farli riflettere e per spiegare le conseguenze di un gesto di disattenzione.

Verranno veicolati, in un modo semplice e realistico, i principi della buona educazione stradale, per prevenire la disperazione che una tragedia provoca, come quella di perdere una persona cara in un incidente. Durante l’incontro si alternano dunque momenti di allegria e tristezza. Le immagini e i video sono stati selezionati da un gruppo internazionale di medici, psicologi, pedagogisti, tecnici, genitori e giornalisti, in ogni caso sono dedicati a chi si appresta a conseguire il patentino per il motorino, la patente auto o a chi semplicemente circola con qualsiasi veicolo.

Durante la mattinata i ragazzi, inoltre, potranno sperimentare l’emozione di guidare un’auto utilizzando un simulatore di guida messo a disposizione dall’Aci. Il progetto di educazione stradale proseguirà anche nel prossimo anno scolastico, con incontri nelle scuole secondarie di secondo grado rivolti agli studenti del triennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *