Enpa Vicenza, la tutela degli animali è “A nudo per amore”

Si chiama “A nudo per amore” il creativo progetto fotografico della sezione di Vicenza dell’Enpa, Ente nazionale protezione animali, nato con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del rispetto dei nostri amici a quattro zampe e che sarà presentato nella serata di sabato 7 giugno all’hotel Vergilius di Creazzo. Una sensibilizzazione importante soprattutto in un periodo come questo, nel quale ci si avvicina alle ferie estive e al triste fenomeno dell’ abbandono di animali domestici, a volte in modo addirittura criminale lungo il ciglio di una strada.

Si tratta di un taccuino che vede ritratte, dalla fotografa Linda Scuizzato, vicentina di nascita ma londinese d’adozione, tredici volontarie con i loro amici a quattro zampe, autoritratto della fotografa compreso. Cani, gatti, conigli, cavie peruviane e tartarughe prestati all’obiettivo per una campagna di sensibilizzazione che che vuole dare voce e visibilità a quegli animali che qualcuno ha scartato o deciso di sfruttare.

Nel progetto c’è anche la nota stilista italiana Elisabetta Franchi, che ha deciso di sostenere l’associazione sia economicamente, sia posando lei stessa con i suoi due cani. ”Ho scelto di dare il mio sostegno all’iniziativa – ha spiegato la stilista – perché credo che solo tutti insieme possiamo riscattare queste creature straordinarie dalle atrocità di cui troppo spesso sono vittime. Chi sceglierà questo taccuino contribuirà a ridare loro la dignità che meritano, e il ringraziamento più prezioso lo sapranno dare proprio gli animali, con il loro amore incondizionato e soprattutto con i loro occhi, capaci con uno sguardo di toccare le corde più profonde della nostra anima”.

“Scegliendo questo taccuino – aggiungono le volontarie del Gruppo comunicazione Enpa Vicenza, ideatrici del progetto – si sceglie di proteggere chi non può esprimere il dolore della solitudine in un box o in una gabbia, il freddo degli inverni, l’inquietudine dell’abbandono, la fame, la sete, la sofferenza per essere stato bastonato, impallinato o investito da un’auto e lasciato lungo il ciglio di una strada, il patimento per essere stato imprigionato e vivisezionato, oppure inserito nel mercato nero dei combattimenti e delle corse clandestine, lo stillicidio dell’allevamento intensivo, del commercio illegale e dell’essere solo un cane da caccia”.

In ogni foto del taccuino Enpa Vicenza affronta un tema scottante, in grado di far riflettere. “Noi vogliamo dire no a tutto questo – si legge nella presentazione -, dare un segnale forte che ci siamo, che non chiudiamo gli occhi e che siamo pronte a lottare ogni giorno per dire basta alla violenza. Ci mettiamo in prima linea, senza maschere, solo con la nostra nudità e con i nostri ideali, solo con gli animali perché tutto questo è per loro”.

I taccuini saranno prenotabili, a partire da lunedì 9 giugno, alla mail comunicazione@enpavicenza.it e attraverso la pagina Facebook “A nudo per Enpa Vicenza”, con un’offerta minima di 15 euro. Saranno inoltre presto disponibili presso alcuni negozi “Elisabetta Franchi”. Le foto, dopo la serata di presentazione, saranno coinvolte in una serie di mostre itineranti. Le volontarie coinvolte sono Elena Bettega, Chiara de Luca, Roberta De Munari, Erica Ferrarese, Paola Giovannelli, Tatiana Ierardi, Valeria Legnani, Sonia Losanna, Sara Marangon, Nadia Mattiuzzi, Alice Olivieri, Linda Scuizzato, Chiara Tibaldo, Elisabetta Franchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità