Elezioni Europee, Apindustria Vicenza chiama a confronto i protagonisti

Sarà Apindustria Confimi Vicenza ad ospitare l’unico incontro nel Veneto tra i capilista delle varie forze politiche in corsa per le elezioni europee del prossimo 25 maggio. L’appuntamento, dal titolo “We are the Europe”, è in programma domani,  mercoledì 14 maggio alle 17.15, con ingresso aperto a tutti. Si terrà nella sala convegni dell’associazione delle Pmi vicentine, in Galleria Crispi, 45. Al dibattito prenderanno parte Magdi Cristiano Allam (Fratelli d’Italia – An), Michele Boldrin (Scelta Europea), Giorgio Burlini (Movimento 5 Stelle), Antonio Cancian (Nuovo Centrodestra), Elisabetta Gardini (Forza Italia), Alessandra Moretti (Partito Democratico), Nino Pipitone (Italia dei Valori) e Flavio Tosi (Lega Nord).

A moderare sarà Alessandro Milan di Radio 24, che incalzerà gli ospiti su quale Europa nascerà dopo le elezioni, e se l’Italia potrà tornare ad avere un ruolo da protagonista. Naturalmente l’attenzione sarà rivolta anche all’euro e alla sua ragione d’essere, oltre alle politiche per il lavoro e l’occupazione, e quanto le Pmi potranno contare nelle scelte.

“Vogliamo offrire a nostri associati e non – ha spiegato il presidente di Apindustria Confimi Vicenza, Flavio Lorenzin – un momento di incontro con chi ci rappresenterà in Europa, cercando di dare ai futuri Eurodeputati gli stimoli necessari su un ritorno competitivo per l’Italia. Ed è necessario farlo andando verso una manifattura globalmente responsabile, etica e sicura, a tutela dei nostri mercati, dei lavoratori, delle nostre imprese. Non si tratta di contrastare la globalizzazione, ma di non dimenticare il rispetto dei diritti umani, dei diritti dei lavoratori, della sostenibilità ambientale e del vero Made in Italy che significa speranza nel futuro, perché la qualità e l’originalità alla lunga vincono. Tutto questo lo chiediamo anche all’Europa”. Dai piccoli imprenditori arriva pertanto l’invito a sviluppare un dialogo sociale non sterile, né paludoso, ma che sia finalizzato a definire le scelte più idonee per coniugare crescita e rigore in Italia, in Europa e nel Mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità