mercoledì , 23 Giugno 2021

Basket, finisce il derby di semifinale. Passa Arzignano

Sarà Arzignano a contendersi la serie B nella finale playoff del campionato nazionale di serie C maschile. L’avversario sarà Bertinoro, città di 10 mila abitanti nel forlivese arrivata quarta in campionato. Negli scontri diretti si ricorda una sconfitta di misura per i vicentini in trasferta e un’agevole vittoria al PalaTezze, con delle grandi prestazioni di Faccioli e Vencato. Gara-uno di finale sarà in terra romagnola.

Bassano – Arzignano: 66-77

Nel primo quarto è Bassano che, come direbbero in altri sport, fa la partita. Solo Bolcato, con due tiri da tre, tiene Arzignano a contatto, ma nulla può fare sulla penetrazione a fil di sirena di Gallea (16 punti), che regala il +2 (20-18) ai padroni di casa. Il secondo quarto è più teso da entrambe le parti, con otto minuti di errori al tiro e attacchi inconcludenti. Per muovere il punteggio servono prima un ottima rimessa di Arzignano, che libera Vencato in mezzo all’area per due punti facili, poi gli assoli di Campiello da una parte e d’Incà dall’altra, con canestri di talento. Alla pausa lunga il tabellone recita ancora la parità, sul 33-33. Nel terzo parziale la partita passa lentamente nelle mani dell’Arzignano, trascinato da un ispirato Bolcato e poi dalle triple di Buzzi (15 punti) e Vencato (11). Sul +7 ospite, l’ultimo tempo si apre con due episodi che sembrano poter far cambiare di nuovo faccia all’incontro: lo sfondamento subito da Camazzola con conseguente uscita per cinque falli di Faccioli e la tripla immediatamente successiva, che permette a Nicola Camazzola (15 punti con 4 su 8 da tre) di caricare la squadra e scaldare il pubblico di casa. Arzignano tuttavia non si scompone, e gioca bene in attacco: Monzardo (10 punti) si muove negli spazi giusti e trasforma in sei punti gli assist di Bolcato e Campiello; quest’ultimo (13 punti e 18 rimbalzi alla fine) si scuote anche al tiro, con un canestro importante sulla sirena dei 24 secondi da centro area e poi uno dall’arco, che vale +13. Arrivati al punto di non ritorno, ecco la mini reazione di Bassano, con la difesa pressing a tutto campo, la tripla di Bordignon e il canestro più fallo di Crosato (9 punti con 13 rimbalzi). L’ultima parola però la vuole avere ancora Bolcato (21 punti alla fine, con 4 triple), che in contropiede da palla recuperata schiaccia i due punti che valgono il +9 a un minuto e mezzo dalla fine, piegando il canestro e le speranze bassanesi di rientrare in partita.

Il Bassano ha sofferto sicuramente la grande fisicità a centro area degli avversari, che gli ha impedito facili penetrazioni e canestri ad alta percentuale di realizzazione. Se a questo si aggiunge la scarsa vena al tiro pesante (6 canestri su 25 tiri da tre tentati) si capisce come alla lunga Arzignano abbia avuto la meglio. Il PalaAngarano applaude comunque la sua squadra a fine partita, in un caloroso arrivederci collettivo all’anno prossimo. Arzignano torna invece a casa rinvigorito, esaltato dalle sue ultime due prestazioni e pronto per l’ultima e più importante sfida, quella che vale una stagione.

Riccardo Carli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità