Breaking News
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi - Foto: Maryb60 (creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi - Foto: Maryb60 (creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)

Apindustria Vicenza: dopo il voto di ieri, il Governo mantenga le promesse

Qualcuno, nei molti commenti che si potevano ascoltare ieri a tarda sera sulle televisioni italiane, ha messo in evidenza come il dopo voto di elezioni fatte con legge proporzionale abbia una caratteristica: ne escono tutti vincitori. Non è affatto sbagliato come commento, specialmente in Italia. Tuttavia la tornata elettorale di ieri è stata fin troppo chiara: c’è un vincitore, ed è il Pd. Per il resto, è tutto più o meno opinabile. Certo non si può negare che non esista più un centro, o meglio è il Pd il centro, novella Balena Bianca. Gli altri, dal Nuovo centro Destra di Alfano alla montiana Scelta Civica, passando per coloro che fanno capo a Casini sono marginali o addirittura scomparsi. Il Centro destra nel suo complesso è fortemente ridimensionato, con una Forza Italia ed il suo leader Berlusconi ridotti ai minimi storici. E in un quadro come questo, le chiacchiere stanno a zero, come si suol dire, e la maggior parte dei politici commenta poco o non lo fa affatto.

Flavio Lorenzin
Flavio Lorenzin

Per quanto riguarda la nostra zona, e per quanto riguarda altre categorie di pensiero e di azione, tra i primi ad esprimersi sul risultato elettorale di ieri, c’è Apindustria Vicenza che, in una nota, sottolinea come l’Italia voglia “proseguire con le riforme per tornare a crescere. Questo è il segnale arrivato dai risultati delle ultime elezioni europee. Invitiamo quindi il Governo a far tesoro del successo elettorale per accelerare l’azione riformatrice imbastita negli ultimi mesi”.

“Gli italiani hanno confermato – aggiunge il presidente di Apindustria Vicenza, Flavio Lorenzin, – di voler dare a qualcuno la possibilità di governare per uscire da una situazione ancora difficile, ma ora da chi sta al Governo ci aspettiamo risposte significative. Chiediamo al premier Renzi di non illudere gli elettori e mantenere le promesse”.

Per il rappresentante delle Pmi, quindi, la tornata elettorale per la nomina degli europarlamentari ha un forte significato politico, che deve incidere da qui ai prossimi mesi. “Anche nel mondo imprenditoriale – conclude Lorenzin – esiste un clima di fiducia per l’operatività di questo Governo  mentre se avesse vinto il fronte della protesta sarebbe aumentata l’incertezza. Ora invece la gente chiede stabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *