giovedì , 29 Luglio 2021

Il Vicenza supera per 3 a 2 lo scoglio Reggiana

Su un terreno di gioco al limite della praticabilità, il Vicenza è quest’oggi riuscito nell’intento di  vincere l’ultima sfida di campionato davanti al proprio pubblico, pur rischiando non poco soprattutto nel finale. Ed anche a farsi del male da solo inutilmente, a causa di espulsioni che si poteva certo evitare. Ma andiamo con ordine. Il risultato finale di 3 a due parla di un Vicenza che ha condotto il gioco e che ha segnato due goal nei primi 12 minuti di gioco, rischiando però di farsi raggiungere dagli avversari, sia nel primo che nel secondo tempo.

Ad aprire le marcature è stato Tiribocchi, al 7°, che ha infilato con un velenoso rasoterra il portiere avversario dal limite dell’area, su suggerimento di Tulli. Lo stesso Tulli raddoppiava poi 5 minuti dopo, ribadendo in rete da breve distanza un tiro di Mustacchio che il portiere emiliano era riuscito a respingere. La Reggiana però ben presto accorciava le distanze. Passano infatti solo altri 4 minuti e la difesa biancorossa si dimentica di De Giosa che, lasciato solo davanti ad Alfonso, gira in rete un calcio di punizione battuto dalla zona del centrocampo. E a questo punto potrebbe anche succedere di peggio perché il Vicenza sembra frastornato e perdere la concentrazione, lasciando alla Reggiana più di una occasione da goal. Tra l’altro le condizioni del campo erano pessime e la pioggia era battente, quindi l’arrivo del fischio della fine del primo tempo ha dato non poco sollievo.

Ed evidentemente l’intervallo è servito ai biancorossi per riordinare le idee ed subito arrivato il goal del 3 a 1. Un bel goal tra l’altro, una mezza girata di Giacomelli, dal limite dell’area piccola, su un ottimo suggerimento di Tulli. Il Vicenza, rinfrancato, continuava a creare occasioni e a tenere in mano le redini della partita.  Tuttavia, per mancanza di precisione o per sfortuna, non riusciva a mettere al sicuro il risultato, anzi era proprio la Reggiana che al 65° riapriva l’incontro segnando il suo secondo goal, su rigore. A causare il penalty era stato Alfonso, stendendo Ruoppolo lanciato a rete. Tutto era nato da una punizione dal limite calciata da Alessi che l’estremo difensore vicentino aveva parato ma non trattenuto. Sul dischetto lo stesso Alessi, e siamo sul 3 a 2.

Inutili gli sforzi del Vicenza poi per segnare il goal della sicurezza, per altro anche giocando in superiorità numerica dato che la Reggiana si era vista poco prima espellere Bandini per doppia ammonizione. Ma il Vicenza non doveva essere da meno… Nel concitato finale infatti Giacomelli è riuscito a farsi espellere quando era già in panchina, essendo stato sostituito pochi minuti prima da Padalino, ed altrettanto ha fatto Tiribocchi beccandosi la seconda ammonizione. Entrambi salteranno la prossima partita contro il San Marino, sperando che la squalifica per Giacomelli sia di una sola giornata e che sia disponibile per la prima sfida dei play off. La buona notizia invece è che il Vicenza ha la certezza matematica di concludere il campionato tra i primi 5 in classifica, risultato minimo richiesto da Lopez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità