Sport

E’ pareggio tra Vicenza e Pro Vercelli

E’ finita con un pareggio, quest’oggi al Menti, la sfida tra il Vicenza e la Pro Vercelli. Un goal per parte per un risultato che rispecchia con giustizia quanto si è visto in campo, in quest’incontro di alta classifica che si è giocato a poche giornate dal termine del campionato, quindi di grande importanza per il passaggio in serie B. Un pari che comunque lascia abbastanza invariata la classifica dei biancorossi, questo anche per le contemporanee sconfitte delle dirette concorrenti nella corsa al passaggio alla categoria superiore. Insomma, poteva andare peggio, anche se tutti speravano in una vittoria.

Del resto la Pro Vercelli è sembrata oggi meritare ampiamente la seconda posizione in classifica. E’ una squadra rocciosa, decisa, con ottimi elementi, e ha dato del filo da torcere al Vicenza che comunque non le è da meno. E’ parso chiaro fin dall’inizio che entrambe le squadre scendevano in campo per vincere ed erano decise a non lasciare l’iniziativa all’avversario. I biancorossi, va sottolineato, oggi potevano contare sull’uomo in più, ovvero sui tifosi, tanti, che non hanno mai smesso di far sentire il loro calore e l’incitamento. Anche dopo il goal, un po’ a sorpresa per tutti, della Pro Vercelli, il tifo biancorosso, pur raggelato, ha solo pochi secondi allo smarrimento. Neanche il tempo di rimettere la palla al centro e si sono risentiti i cori di incitamento, caldi e fiduciosi. Ed infatti non sono stati delusi: 5 muniti dopo il Vicenza pareggiava.

Ma andiamo con ordine.  La partita è iniziata nel più classico dei modi, vale a dire con le due squadre che si sono prese le misure, studiate per un po’, senza troppo scoprirsi. Infatti si è dovuto attendere il 25° del primo tempo per vedere un tiro in porta, ed è stato proprio quello del goal dei piemontesi. Un goal in realtà molto dovuto alla distrazione della difesa del Vicenza, che ha lascato tutto da solo  Marchi. Un lungo lancio lo ha di fatto messo a tu per tu con il portiere biancorosso e ben poco ha potuto Alfonso, dribblato e trafitto dall’attaccante vercellese. Ma, come dicevamo, dovevano passare solo 5 minuti e il Vicenza pareggiava, con un bel colpo di testa di Gentili (nella foto in alto) che, dall’angolo destro dell’area piccola avversaria, girava in rete una punizione di Giacomelli. Altre occasioni da goal clamorose, durante l’intera partita, in realtà non ve ne sono state.

Il match si è giocato soprattutto a centrocampo, e solo raramente i portieri sono stati davvero impegnati. Sì, certo, vi sono state da entrambe le parti conclusioni a rete, ma sono state spesso imprecise, oppure,  anche se dirette nello specchio della porta, non impensierivano più di tanto gli estremi difensori. Per il Vicenza ci hanno provato Maritato, strettamente marcato oggi e quindi con spazi di manovra decisamente limitati, e Giacomelli, che ha giocato bene, corso molto e dimostrato di essere in crescita, sebbene sia parso ancora molto impreciso. E ci ha provato nel finale anche Tiribocchi, entrato al 15° del secondo tempo sostituendo Sbrissa. Un pari in buona sostanza che, come dicevamo, lascia ferma la classifica, con il Vicenza ancora quarto, alle spalle di Entella, Pro Vercelli e Cremonese, quest’ultima ora con un solo punto in più rispetto ai biancorossi avendo perso quest’oggi. La  differenza rispetto a domenica scorsa è che ora il Vicenza divide la quarta posizione con il Sudtirol, che ha battuto il Savona. E domenica prossima c’è un altro scontro diretto: Cremonese-Vicenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button