Vicenzavicenzareport

Coldiretti: “Basta contributi a chi usa la terra a scopo speculativo”

“Siamo lieti che il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martino condivida e comprenda le sollecitazioni di Coldiretti, in particolare quando si tratta di impedire che le grandi lobby di speculatori ricevano contributi a favore delle loro attività e privando, di fatto, gli agricoltori veri di poter fare altrettanto”. Con queste parole il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola, interviene sulle recenti prese di posizione del Ministro Maurizio Martina. La promessa di togliere a banche, assicurazioni, società immobiliari ed enti pubblici i contributi agricoli rappresenta un significativo passo avanti.

Si tratta di circa 3000 soggetti che rappresentano lo 0,2 per cento della platea dei beneficiari, ma che in questi hanno assorbito il 15 per cento del sostegno all’agricoltura. Grande attenzione anche alla lotta gli Ogm ed incentivazione della produzione di quelle colture che oggi vengono importate e potrebbero rappresentare un’opportunità anche per le aziende del territorio.

“La convinzione del ministro Maurizio Martina – sottolinea Cerantola – che sia indispensabile mettere a disposizione fondi per interventi forti in diversi settori strategici è una scelta ineludibile. Le indicazioni vanno nella direzione di interventi importanti nella zootecnia e prevedono la presentazione di un Piano proteico-vegetale finalizzato ad invertire la rotta sulla soia: attualmente il nostro Paese importa il 90 per cento del prodotto, tutto Ogm, mentre il ministro Martina dice di voler investire sulla soia italiana Ogm free”.

“Le premesse sono buone – conclude il presidente di Coldiretti Vicenza – di certo sarà necessario che il ministro delle Politiche agricole non dimentichi mai la distinzione tra chi è impegnato in agricoltura per produrre vita e chi, all’opposto, sfrutta le risorse della terra per generare profitto”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button