Artigiani, una app per nuovi clienti dalla comunità americana

Una applicazione per smartphone e tablet per intercettare la domanda di beni e consumi della popolazione americana stanziata a Vicenza. E’ questa l’iniziativa lanciata dalla Confartigianato, che punta ad allargare il parco clienti delle aziende vicentine avvicinandosi alle esigenze delle famiglie e dei militari delle basi cittadine. Si chiama Otg – Outside The Gate, letteralmente al di fuori della porta, e punta proprio a far conoscere alla comunità anglofona ciò che c’è al di fuori del loro territorio: servizi tecnici, prestazioni, prodotti di consumo e attività culturali.

app-artigiani-americani“Ne è nata così una ‘app’ – spiega Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza – che permetterà ai suoi utenti di richiedere prodotti e servizi direttamente dalle ditte artigiane, o dagli esercizi commerciali, presenti inizialmente nelle vicinanze della base o dei luoghi di residenza dei potenziali utilizzatori del servizio. In modo immediato, sfruttando cioè la semplicità di utilizzo dei moderni dispositivi, ci si può mettere in contatto con le imprese presenti nel database in relazione alle specifiche necessità riguardanti ristorazione, prodotti tipici, impiantistica elettrica e idraulica, servizi legati al benessere della persona, moda, ricerca di oggetti artistici e preziosi, tempo libero, eventi culturali. Sono evidenti, a questo punto, le potenzialità di ricaduta economica di tale strumento, che viene presentato ai nostri soci in questi giorni e che, si stima, sarà attivo ai primi di giugno, una volta raggiunto il numero minimo di imprese aderenti”

L’occasione sembra promettente per le imprese vicentine, anche solo considerando i numeri. Infatti, dei circa 12000 americani stanziati a Vicenza, solo 3000 sono militari: il resto è composto da famiglie a seguito, per lo più con un’abitazione al di fuori della caserma e con necessità del tutto comuni da soddisfare. Mentre finora per molte di queste esigenze si era soliti rivolgersi di nuovo alla base, oggi si cerca di creare una sana concorrenza con l’esterno, seguendo un modello, quello dell’utilizzo della tecnologia delle applicazioni per il telefono, che ha già mostrato notevoli risultati in altri stanziamenti americani in Europa.

Come spiega Eric Grosshans della Isng, azienda di Torri di Quartesolo operante nelle tecnologie digitali, tra i promotori dell’ iniziativa: “Nella app si troveranno le descrizioni delle attività in due lingue, così i cittadini americani saranno agevolati nella scoperta di quanto loro serve, e magari nell’imparare termini nuovi in italiano. L’88% delle famiglie statunitensi vive fuori dalle caserme, ha bisogno di molti servizi, ma spesso non sa come accedervi. Con questa app essi avranno modo conoscere realtà più vicine alle loro esigenze”.

Confartigianato offre liberamente la possibilità di aderire all’iniziativa, convinti della importante ricaduta economica per le aziende vicentine: “Se pensiamo – dice il presidente del Mandamento di Vicenza, Valter Casarotto – che qualche tempo fa è stata calcolata in svariate decine di milioni di euro la spesa della Guarnigione americana per il solo comparto casa tra affitti, bollette, e interventi edili, ben si comprendono le ragioni del progetto. Le imprese del nostro Mandamento sono 5.000, e stimiamo che almeno il 50% di esse abbiano un’attività a diretto contatto con l’utenza. Se a ciò aggiungiamo le tante, piccole, incombenze quotidiane a cui tutti noi dobbiamo trovare soluzione, dal carbone per il barbecue all’abito da sistemare, è chiara l’utilità di un tale strumento per l’utente e il suo ritorno per l’artigiano”.

Per lanciare l’iniziativa, Confartigianato ha riservato ai suoi soci una tariffa agevolata per i primi tre mesi di adesione al progetto: le aziende interessate verranno inserite nel database, che offrirà all’utente la descrizione delle attività disponibili, unitamente ai contatti di riferimento. Per aderire o avere maggiori informazioni, la Confartigianato raccomanda di contattare l’indirizzo email vicenzaest@confartigianatovicenza.it. Da qui le imprese verranno reindirizzate verso la società che ha realizzato l’applicazione e che ne gestirà la promozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità