Vicenzavicenzareport

Vicenza, arrestato un sedicenne con un etto di marijuana

Ancora una operazione antidroga da parte della guardia di Finanza di Vicenza. La scorsa settimana infatti, gli uomini del Nucleo mobile, coadiuvati dalle unità cinofile antidroga Tabo e Vanio, hanno arrestato un sedicenne di nazionalità italiana, controllato nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo berico. Il ragazzo aveva attirato l’attenzione dei militari in quanto, dopo aver visto della pattuglia, aveva cercato di dileguarsi e di evitare un eventuale controllo. Ai cani antidroga però non era sfuggito l’odore inconfondibile della sostanza stupefacente che il minore trasportava.

Alla fine il giovane è stato trovato in possesso di quasi un etto di marijuana, contenuta in cinque involucri di cellophane, e di 700 euro in contanti, frutto evidentemente di una attività di spaccio. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minori di Venezia, il giovane è stato tradotto presso il Centro di Prima Accoglienza dell’Istituto Penitenziario Minorile di Treviso, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’attività dei militari del Nucleo Mobile nelle ultime settimane ha inoltre permesso di segnalare all’autorità prefettizia, per la successiva applicazione delle sanzioni accessorie previste dalla legge sulla droga, nove persone di diversa nazionalità. Si è trattato questa volta di maggiorenni, ma comunque di giovane età, trovati in possesso complessivamente di una trentina di grammi di cocaina, eroina, hashish e marijuana. Infine, sempre grazie al fiuto di Tabo e Vanio, anche i controlli in Campo Marzio hanno consentito di rivenire involucri di plastica contenenti in tutto cinquanta grammi di marijuana. Erano nascosti nei cespugli e nei cestini dell’immondizia, pronti per lo spaccio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button