Provinciavicenzareport

Giornata in ricordo delle vittime delle mafie a Valdagno e a Schio

Valdagno celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno contro tutte le mafie e lo farà con un ospite d’eccezione. Sarà infatti ospite della città Suor Carolina Iavazzo, che è stata collaboratrice diretta di Don Pino Puglisi, vittima della mafia, e responsabile del Centro “Padre Nostro” nel quartiere Brancaccio di Palermo. Tutto questo sabato 22 marzo alle 20.30, presso la chiesa di Ponte dei Nori. L’evento è stato possibile grazie alla collaborazione della Parrocchia di Ponte dei Nori, ed in particolare di Don Matteo Menini.

Suor Carolina vive attualmente nella Locride, impegnata nella Fraternità Buon Samaritano che, sorta undici anni fa come esperienza di condivisione con i più poveri e i “feriti “, si propone di offrire consolazione e speranza lottando contro le ingiustizie e i soprusi. La religiosa dedicherà un incontro riservato alle scuole in mattinata, mentre la sera incontrerà la cittadinanza in un appuntamento aperto a tutti.

Giornata contro le mafie a Schio«Suor Carolina – ha commentato Don Matteo Menini, parroco di Ponte dei Nori – è testimonianza di impegno e solidarietà. Con la sua storia e la sua energia ha contaminato e continua a contaminare giovani e persone. Sarà una testimonianza importante per i nostri concittadini e soprattutto per i giovani, che sono la nostra più grande speranza nel cammino verso il futuro”.

“Un evento che ci riempie di orgoglio – ha invece sottolineato l’assessore Michele Vencato, referente di Avviso pubblico e membro del Collegio dei probiviri della stessa associazione – nato grazie alla collaborazione con Don Matteo, e che sottolinea ancora una volta quale sia l’impegno della nostra Città sul tema della legalità e dell’impegno civile, che in questi anni ci ha caratterizzato e che ha portato Valdagno ad assumere ruoli di rilievo tra gli organi dell’Associazione Avviso Pubblico di cui facciamo orgogliosamente parte”.

E anche Schio celebra la Giornata contro le mafie. Lo fa il 21 marzo, quando per altro in tutta Italia è la “Giornata della Memoria e dell’Impegno”, istituita nel 1996 per ricordare tutte le vittime innocenti della criminalità organizzata e rinnovare l’impegno per il contrasto alle mafie. A Schio quindi, domani, venerdì 21 marzo, voiene organizzato un evento dal Presidio di Libera Alto Vicentino “Emanuela Sansone” e da “Cittadini per Costituzione”, con il patrocinio del Comune. Alle 19, in piazza Falcone Borsellino, si terrà un sit-in al quale parteciperà anche il sindaco Luigi Dalla Via.

Infine, segnaliamo che il Coordinamento veneto di Avviso pubblico e quello di Libera propongono che, nella giornata del 21 marzo, in tutta la regione, nelle scuole e nei luoghi di lavoro, alle 11 del mattino, si osservi un minuto di silenzio in memoria di quanti hanno pagato con la vita il loro servizio alla giustizia e alla democrazia, lottando contro le mafie e il crimine organizzato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button