Vicenzavicenzareport

Nuova fiscalità locale, Vicenza si confronta con le altre città venete

Assessori al bilancio e alle finanze delle città capoluogo del Veneto, ieri a Vicenza, per parlare di tasse, in particolare di come procedere all’applicazione della nuova fiscalità locale. L’incontro sulla questione, con riferimento soprattutto alla Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili, è stato  frutto di una iniziativa  dell’assessore alle risorse economiche del Comune di Vicenza, Michela Cavalieri. Nell’incontro è emersa una preoccupazione comune “rispetto ad un impianto normativo molto complesso – nota l’assessore vicentino – che costringe le amministrazioni comunali a svolgere il ruolo di gabellieri per conto dello Stato nei confronti dei cittadini”.

“Abbiamo constatato –  è ancora Michela Cavalieri a parlare – che a fronte di trasferimenti erariali sempre più scarsi, lo Stato ci ha messo in mano un meccanismo che solo in apparenza dà autonomia fiscale ai Comuni, ma che in realtà è uno strumento perverso che rischia di minare il rapporto con i nostri cittadini già duramente provati dalla crisi”.

Condivise tali perplessità, gli assessori delle città venete hanno cominciato a tracciare un percorso comune che, indipendentemente dalle specificità di ogni amministrazione e dal colore politico, contiene alcuni punti fermi. “La discrezionalità – sintetizza Cavalieri – concessa dalla norma ad ogni amministrazione comunale in termini di aliquote e agevolazioni non dovrà avere il solo obiettivo dell’equilibrio di bilancio, ma garantire, per quanto nelle possibilità dell’ente locale, equità fiscale oltre che preservare i servizi ai cittadini”.

All’incontro a Palazzo Trissino erano presenti, oltre a Michela Cavalieri, il vicesindaco e assessore al bilancio del Comune di Venezia, Sandro Simionato, l’assessore al bilancio e alle politiche fiscali del Comune di Verona, Pier Luigi Paloschi e l’assessore al bilancio e ai tributi del Comune di Rovigo, Stefano Bellinazzi. Impossibilitati a partecipare, hanno aderito alla proposta di Vicenza di continuare a confrontarsi sul delicato tema della nuova fiscalità locale anche gli assessori al bilancio del Comune di Padova, di Treviso e di Belluno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button