Thiene e dintorni

Il saluto a Thiene del comandante provinciale dei Carabinieri

Incontro e saluto ieri a Thiene tra la città, rappresentata nell’occasione dagli amministratori comunali, e il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Michele Vito Sarno, in procinto di lasciare Vicenza, dopo quasi quattro anni di incarico. Le amministrazioni comunali che si sono succedute in questo periodo hanno infatti “rafforzato nei confronti dell’Arma – spiega una nota del Comune di Thiene – il sentimento di vicinanza, stima ed apprezzamento per l’opera svolta quotidianamente a tutela della sicurezza”.

Il colonnello Michele Sarno
Il colonnello Michele Sarno

Lo testimoniano anche alcune iniziative degli amministratori thienesi, quali il conferimento al colonnello Sarno della cittadinanza onoraria, nel 2008, l’intitolazione dell’area antistante la sede dell’ex Pretura al vicebrigadiere Salvo D’Acquisto, nel 2009, e la recente intitolazione della caserma della Compagnia alla memoria della Medaglia d’Oro al Valor Militare, colonnello Valerio Gildoni, nel maggio scorso. Il comandante provinciale dei Carabinieri è stato ricevuto in municipio dal sindaco, Giovanni Casarotto, e con lui la giunta ed il consiglio comunale, oltre ai comandanti della Compagnia e della Stazione di Thiene, Sabatino Piscitello e Fabio Piantoni, ed al comandante del Nucleo operativo e radiomobile, Pierluigi Stella.

“Questi non sono stati anni facili, – ha sottolineato nel suo intervento il sindaco Casarotto- ma il legame che ha unito l’Arma al territorio e con Thiene è stato forte e intenso” . Una presenza particolare è stata quella di Maria Rita Busetti, sotto la cui amministrazione si è rafforzato il legame tra la comunità e l’Arma. “Il mio ringraziamento – ha detto l’ex sindaco – va all’Arma, oggi come cittadina così come lo è stato ieri come sindaco. Per me è sempre una grande emozione vedere passare una pattuglia dei Carabinieri”.

“C’è sempre stato un feeling particolare – ha infine commentato Sarno – con entrambe le amministrazioni e questo ha permesso di realizzare molti obiettivi”. A conclusione della visita di commiato, il sindaco ha fatto dono al comandante di un libro fotografico con immagini delle nostre montagne.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button