Senza categoria

Turismo in moto, per “Roar in Veneto” 5 mila contatti in fiera a Verona

Regione Veneto – Arrivare a 2 milioni di presente di mototuristi: è questo l’ambizioso obiettivo del sistema veneto dell’ospitalità per il quale ha puntato sul progetto Roar in Veneto. “Gli oltre 5 mila contatti diretti allo stand allestito dalla Regione alla Fiera di Verona durante Motor Bike Expo e la valanga di contatti in internet – commenta l’assessore turismo Marino Finozzi – sono un buon termometro e ci confermano che quando puntiamo sulla qualità i risultati sono sempre superiori alle aspettative”.

Roar in Veneto, ideato dalla Lo.Ve. Event & Travel di Follina, in partnership con il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso e la collaborazione dei Consorzi di Promozione Turistica “Vicenza E’”, “Lago di Garda E’”, “Verona Tutt’Intorno”, Spiagge Venete, Asiago 7 Comuni, Padova e Terme Euganee, Delta del Po e “Belle Dolomiti”, propone viaggi della durata dai tre agli otto giorni, pensati e organizzati solo per i motociclisti, alla scoperta dei “tesori” di arte, cultura, enogastronomia e paesaggio che caratterizzano il Veneto, prima regione turistica italiana.

“Le migliaia di contatti in Fiera solo sul progetto Roar in Veneto e il balzo netto dei contatti on line nei giorni immediatamente successivi , sia sul sito che sulla pagina Facebook – ha sottolineato il presidente di Marca Treviso, Gianni Garatti – confermano il fortissimo apprezzamento per il nostro territorio e per la nostra formula, che consente di viaggiare con il supporto di servizi di altissima qualità, ben integrati sotto i profilo logistico, culturale ed enogastronomico”.

Secondo un sondaggio svolto tra i responsabili turistici dei principali motoclub italiani, il mototuri sta ha un’età media di 38 anni, fa 5 uscite l’anno, tra viaggi ed escursioni, e spende complessivamente 1500 euro. La formula di Roar in Veneto si rivolge ad un interlocutore esigente, che è poi il più numeroso in questo segmento di mercato, con costi che vanno da 900 a 5 mila euro a persona: nella formula top: hotel 4/5 stelle, ristoranti e punti di eccellenza agroalimentare, accompagnatori, trasporto bagagli, itinerari in GPS, mappe, assistenza continua, un sommelier a disposizione tutte le sere. Peraltro, anche le proposte “week end” presentate nello stand del Veneto, in particolare Lago di Garda e colline veronesi, pedemontana vicentina e trevigiana, dalle Dolomiti al Delta del Po, hanno attratto l’attenzione di molti visitatori.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button