giovedì , 29 Luglio 2021
Locandina Porte della Memoria, a Thiene

Porte della Memoria, incontri e letture per non dimenticare la Shoah

“… So che chi odia ha fondati motivi per farlo. Ma perché dovremmo sempre scegliere la strada più facile e a buon mercato?…Ho potuto toccare con mano come ogni atomo di odio che si aggiunge al mondo lo renda ancora più inospitale…”. Così annotava Etty Hillesum, scrittrice olandese di origine ebraica vittima della Shoah e morta ad Auschwitz nel 1943 a soli 29 anni, nelle sue Lettere, opera di recente ripubblicate in una nuova e curata edizione dall’editore Adelphi.

Una citazione scelta, assieme ad altre, dal Comune di Thiene e dal Centro Studi Romano Guardini di Isola Vicentina i quali, in collaborazione con altre associazioni, gruppi e realtà locali proporranno anche quest’anno, dal 14 gennaio al 10 febbraio, l’interessante iniziativa Le Porte della Memoria, una serie di incontri culturali, letture e serate per commemorare il Giorno della Memoria e il Giorno del Ricordo, che si celebrano rispettivamente il 27 gennaio e il 10 febbraio di ogni anno.

Un’iniziativa che, grazie all’ingresso libero e alla collaborazione capillare con gli istituti scolastici locali, ai quali sono dedicati in particolare alcuni appuntamenti, ha avuto un buon successo di pubblico nelle edizioni precedenti e che si rivolge ad un target molto ampio di spettatori, proprio per diffondere e far conoscere la cultura di valori fondamentali come libertà, rispetto e accoglienza.

Si inizierà martedì 14 gennaio alle 20.30, all’Auditorium di Thiene, con una serata dedicata proprio alla Hillesum (Il cuore pensante della baracca), riflessioni nel centenario della nascita della scrittrice a cura di Giuliana Fabris e Rosaria Ielacqua del Centro Studi Guardini. Nello stesso luogo mercoledì 22 gennaio la scrittrice vicentina Paola Valente presenterà agli alunni delle classi IV e V delle scuole primarie di Thiene il suo libro “E’ stato silenzio. Una storia sulla Shoah”, nel quale racconta la vicenda di un medico ebreo scampato allo sterminio.

Lunedì 27 gennaio, giorno della memoria, il Teatro Comunale ospiterà “Marion Fischer si racconta”: le persecuzioni, l’esilio, il domicilio coatto ad Arsiero e la fuga in Svizzera, con introduzione del professor Daniele Fioravanzo. Parteciperà il regista Dennis Dellai, autore di “Oscar”, il film che narra le vicende del noto jazzista, fratello di Marion. Accompagnamento musicale a cura degli alunni delle scuole media di Thiene per un’iniziativa riservata agli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado al mattino, mentre la sera alle 20.30 l’evento sarà replicato per il pubblico.

Venerdì 31 gennaio al Teatro Comunale gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado potranno assistere a “Giorgio Perlasca, il padovano Giusto tra le Nazioni” a cura di Franco Perlasca, custode della memoria del padre, che proporrà anche un video. A condurre sarà la professoressa Raffaella Corrà con accompagnamento musicale a cura del gruppo Crescere in musica del Liceo thienese Corradini.

Lunedì 3 febbraio alle 20.30 all’Auditorium sarà la volta di “Oltre il razzismo. Diritti umani, dialogo interculturale e cittadinanza plurale”, a cura dei Professori Antonio Papisca e Marco Mascia docenti di Relazioni Internazionali dell’Università di Padova. Conduzione di don Augusto Busin in collaborazione con la Scuola di Formazione Teologica.

Mercoledì 5 febbraio ancora l’Auditorium sarà teatro de “Il giorno del ricordo. Il dcramma giuliano-istriano-dalmata”, un evento dedicato a tutti gli studenti a cura del professor Egidio Ivetic, docente dell’Università di Padova dove insegna Storia dell’Europa Orientale. Verrà proposto anche un video sull’argomento. A chiudere la rassegna, lunedì 10 febbraio alle 20.30 ancora all’Auditorium, sarà questo stesso evento, stavolta dedicato a tutta la cittadinanza.

Alessandro Scandale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità