Manifestazioni a Vicenza ovest lo scorso 11 dicembre

Il Movimento 9 dicembre chiede l’uso di un terreno al Comune di Vicenza

Sembra essere in una fase di organizzazione, a Vicenza, quel movimento, conosciuto soprattutto come Forconi, le cui proteste tanto hanno fatto discutere in Italia circa un mese fa, e per quanto riguarda la nostra regione noto soprattutto per aver bloccato il traffico in alcuni punti nevralgici della grande viabilità, vicentino compreso. In realtà sarebbe più giusto chiamarli Movimento 9 dicembre, sebbene la maggior parte dei lettori hanno certamente più familiarizzato con l’altro nome. Al di la di questo comunque, il movimento sta ancora manifestando in tutta Italia e, evidentemente, è anche alla ricerca di una organizzazione e di spazi per svolgere la propria attività politica.

Achille Variati
Achille Variati

Ed è in questo contesto che nei giorni scorsi il coordinatore vicentino del movimento, Gabriele Perucca, aveva chiesto al Comune di Vicenza la concessione di uno spazio pubblico, più precisamente di un terreno comunale. La richiesta è stata analizzata dal sindaco, Achille Variati, che oggi ne ha discusso con il movimento in un incontro a cui hanno preso parte, per il Comune, anche l’assessore alla semplificazione Filippo Zanetti, il segretario generale Antonio Caporrino, il direttore del settore mobilità e trasporti Carlo Andriolo e il portavoce Nicola Rezzara.

“Siamo pronti al dialogo – ha commentato Variati – con chi porta avanti una protesta legittima, purché vengano rispettate le regole democratiche e della convivenza civile. Per questo vogliamo trovare una soluzione condivisa per la concessione di un terreno comunale”.

“La prima richiesta del movimento – spega in una nota il comune vicentino – riguardava un terreno non di proprietà comunale nella parte ovest della città e quindi non è stato possibile prenderla in considerazione. Il sindaco ha fatto quindi un paio di proposte riguardanti terreni di proprietà comunale nelle zone di via Brigata Granatieri di Sardegna e di viale Cricoli che ora saranno valutate dai rappresentanti del movimento”.

“Al movimento – ha poi aggiunto il sindaco – chiediamo di rispettare alcuni vincoli per la concessione dei terreni: non dovrà esserci intralcio alla circolazione, la concessione avrà carattere temporaneo, non potrà essere a tempo indeterminato e non potranno essere realizzate strutture permanenti ma solo provvisorie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità