Ritorna, a Vicenza, la raccolta di alimenti per le famiglie in difficoltà

Comune di Vicenza – Sabato 14 e domenica 15 dicembre torna “Riempimi di gioia”, la raccolta di generi alimentari da destinare alle persone in difficoltà economiche e agli istituti di assistenza della città. L’iniziativa, nata da una proposta del consiglio comunale nel 2009, ha conosciuto un crescendo di partecipazione, al punto da contare oggi 39 supermercati della città e di Arcugnano, e l’attivazione di centinaia di volontari nelle fasi di raccolta e di distribuzione.  La quinta edizione è stata presentata questa mattina a palazzo Trissino dall’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala, affiancata dall’assessore alla sicurezza urbana Dario Rotondi e dal coordinatore dei volontari della protezione civile comunale Gianni Gobetti, alla presenza di numerosi rappresentanti delle associazioni coinvolte.

“L’iniziativa nasce grazie alla collaborazione di tante persone che, ciascuno per la propria parte, sanno essere vicine ai cittadini in difficoltà – ha evidenziato Sala, ricordando e ringraziando l’ideatore dell’iniziativa, l’ex consigliere comunale Pio Serafin –. Non ci sarebbe Riempimi di gioia senza l’apporto fondamentale della protezione civile, dei tanti volontari singoli o rappresentanti di associazioni, di tutte le persone che sceglieranno di contribuire con acquisti che, di qualsiasi entità, avranno un grande valore concreto e saranno segno di una città solidale che sa essere unita anche e soprattutto nei momenti di crisi. A tutti un grazie anticipato per quello che ognuno potrà fare per le tante famiglie che, senza esagerare, in molti casi vivono di pasta e poco altro e accolgono con grande dignità e riconoscenza l’aiuto del Comune e delle tante realtà solidali della città”.

Gobetti ha snocciolato i numeri delle passate edizioni: “Dal 2009 al 2012 i supermercati aderenti sono passati da 14 a 29 a 35 a 37 (quest’anno sono 39), i volontari da 255 a 392 a 432 a 562 (quest’anno almeno 400, ma il numero è in costante aumento), le tonnellate raccolte da 13 a 24 a 28 a 29,5. La protezione civile comunale – ha aggiunto – è per sua stessa natura l’organizzazione cittadina più adatta a coordinare un’iniziativa così complessa, non solo prima e durante la raccolta per la gestione di centinaia di persone impegnate in decine di supermercati, ma soprattutto dopo, quando nel magazzino comunale si devono confezionare i pacchi da consegnare alle famiglie durante le festività natalizie”.

Anche quest’anno, dunque, all’ingresso dei supermercati si alterneranno gruppi di volontari che consegneranno ai clienti un volantino a firma del sindaco Achille Variati che spiega le finalità dell’iniziativa e un sacchetto in cui inserire prodotti alimentari non deperibili da acquistare e riconsegnare poi all’uscita (olio, tonno, legumi in scatola, pelati, pasta, riso, zucchero, fette biscottate, biscotti, marmellata, crema al cioccolato da spalmare, latte, caffè, orzo, panettoni e pandori, prodotti per bambini e lattanti…). La gestione della raccolta è affidata per la parte operativa al Gruppo volontari della protezione civile e per la parte organizzativa al settore Servizi sociali e abitativi del Comune, in collaborazione con la cooperativa Verlata del consorzio Prisma.

“L’obiettivo per il 2014 – ha infine annunciato l’assessore Sala – è ampliare l’iniziativa in una raccolta ‘antispreco’, col recupero di materiale in scadenza nei supermercati. Un modo intelligente per coniugare più esigenze: ridurre l’impatto sull’ambiente attraverso una minore produzione di rifiuti, consegnare alle famiglie in difficoltà economiche prodotti ancora edibili e abbattere i costi di smaltimento per i supermercati”.

“Riempimi di gioia” è sostenuta in questi giorni da una campagna di affissioni che presenta il logo ormai conosciuto: un sacchetto con uno “smile” che invita all’adesione e presenta i supermercati coinvolti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *