Ovest Vicentino

Montecchio, raccolti 60 quintali di alimenti per le famiglie bisognose

Cinquecento scatoloni contenenti 60 quintali di alimenti destinati alle famiglie più bisognose di Montecchio Maggiore. È quanto, sabato 21 dicembre, hanno donato i clienti dei supermercati Tosano, Alì, Interspar e G.B. Ramonda nel corso della giornata della colletta alimentare “Aiutiamo–ci”, promossa dal Comune di Montecchio Maggiore, in collaborazione con varie associazioni del territorio, cittadini e aziende. I risultati della colletta alimentare sono stati presentati questa mattina nella sede di “Energia & Sorrisi” ad Altavilla Vicentina dal sindaco Milena Cecchetto, dall’assessore al sociale Livio Merlo e dai rappresentanti delle associazioni coinvolte.

“Quando i volontari spiegavano che i prodotti raccolti sarebbero stati donati alle famiglie più bisognose di Montecchio Maggiore – ha sottolineato il sindaco Milena Cecchetto –, i clienti dei supermercato rispondevano più volentieri alla richiesta di contribuire, perché sapevano che avrebbero aiutato magari il vicino di casa, un conoscente o un amico. Un grazie di cuore a tutti i cittadini di Montecchio per la loro partecipazione e sostegno e alle aziende del nostro territorio che hanno voluto contribuire direttamente”.

“Un grazie di cuore – ha aggiunto l’assessore Livio Merlo – anche ai circa 100 volontari coinvolti. L’iniziativa è andata oltre le nostre più rosee previsioni e i numeri testimoniano la grande generosità di chi ha partecipato. Nelle prossime settimane integreremo quanto raccolto con altre confezioni di pelati e latte, offerti da altre aziende che abbiamo contattato”.

Ecco un po’ di numeri, divisi per tipologia di prodotti donati dai cittadini: 1881 kg di pasta, 686 kg di pelati, 456 kg di legumi, 366 kg di biscotti e cracker, 321 kg di riso, 331 kg tra omogeneizzati e alimenti per l’infanzia e poi decine e decine di confezioni di olio, tonno, carne in scatola, zucchero, latte e alimenti vari, per un totale di circa 60 quintali.

“Nelle prossime settimane – spiega l’assessore Merlo – verranno distribuiti i viveri alle circa 200 famiglie in difficoltà individuate dai servizi sociali del Comune. Tuttavia, poiché la quantità degli alimenti raccolti è al di sopra delle aspettative, li distribuiremo anche ad altre associazioni, in modo da raggiungere il maggior numero di famiglie possibile”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button