Provincia

Confermato, per il 2014, il collegamento Ftv tra Arsiero e l’università di Padova

Continuerà  anche nel 2014 il servizio di Ftv, che accompagna gli studenti di Arsiero, dell’Alto vicentino e dell’Altopiano di Asiago all’università di Padova. “Da ottobre a oggi –spiega l’amministratore unico di Ftv, Angelo Macchia – abbiamo registrato una buona frequentazione delle corse da parte di ragazzi che, molto probabilmente, si fermano a Padova durante la settimana. L’andata del lunedì e il ritorno del venerdì possono sempre contare su 25/35 utenti. Diverso è invece durante la settimana: i pendolari sono meno e di conseguenza il servizio è meno richiesto, ma noi lo garantiamo comunque a chi ne voglia usufruire”.

A partire dal 7 gennaio, quindi, le corse verranno effettuate dal lunedì al venerdì con le seguenti modalità: garantite le corse del lunedì mattina (partenza da Arsiero alle 6.40 e arrivo all’università alle 8) e del venerdì sera (partenza dall’università alle 18.20  e arrivo ad Arsiero alle 19.45). Negli altri giorni è necessario prenotare il servizio entro le 12 del giorno precedente al telefonando allo 0444-223123.

La linea serve Arsiero e tutte le località che il pullman attraversa fino alla  stazione ferroviaria di Thiene, ovvero Schiri, Cogollo Priarossa, Mosson, Caltrano, Chiuppano e Carrè. Ma ci sono anche le coincidenze provenienti da Lastebasse, Tonezza, Gallio e Asiago. Il biglietto di corsa semplice, acquistabile a bordo, costa per tutti 7,50 euro, mentre il mensile varia a seconda della lunghezza della tratta da percorrere: da Arsiero costa 100 euro, dall’Altopiano di Asiago, Tonezza e Lastebasse 130 euro.

“L’obiettivo – ha aggiunto Macchia- è facilitare gli studenti che abitano in zone non servite dal treno o che comunque per accedere al treno dovrebbero cambiare più mezzi di trasporto, con problemi di coincidenze o, se usano l’auto, di traffico e parcheggio. Noi li andiamo a prendere sotto casa e li portiamo direttamente a Padova: una volta saliti in bus possono studiare, leggere o semplicemente rilassarsi in vista delle lezioni.”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button