sabato , 16 Ottobre 2021

Bimba vicentina riceve un fegato nuovo. Riuscito al meglio il trapianto

C’è stata una vera e propria corsa contro il tempo, nel pomeriggio di ieri, per salvare la vita ad una bimba vicentina di 11 anni, ricoverata al policlinico di Padova e affetta da una malattia rara metabolica, in attesa di un trapianto di fegato. E’ scattata quando da Roma, dall’Ospedale Bambin Gesù , si è concretizzata la possibilità della donazione. Una corsa contro il tempo che ha visto attivarsi pubbliche istituzioni, forze dell’ordine, aeronautica, sanitari romani e padovani, Suem 118, Centro Regionale Trapianti del Veneto. E così è stato effettuato il trapianto, che si è concluso alle 9 di questa mattina, dopo sette ore d’intervento. L’operazione è stata effettuata dall’equipe del professor Umberto Cillo, all’Azienda Ospedaliera di Padova, ed è tecnicamente riuscita. La prognosi, come è naturale, è ancora riservata.

Il donatore è un bimbo romano di 8 anni, deceduto all’ospedale Bambin Gesù della capitale, i cui genitori hanno deciso, con un gesto estremo di generosità, di donare gli organi. Il complesso sistema d’intervento è scattato verso le 15 di ieri, con l’avvio delle operazioni di espianto e l’allertamento di un trasporto aereo di Stato per ragioni sanitarie d’urgenza e degli uomini della Polizia Stradale di Roma e Venezia.

“Il primo pensiero ed il primo grazie – hanno subito detto il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e l’Assessore alla Sanità Luca Coletto – vanno ai genitori del piccolo tragicamente scomparso. Il loro gesto d’amore, nel donare gli organi, non verrà dimenticato. Complimenti anche all’organizzazione del nostro sistema trapianti, che ha saputo gestire la difficile logistica e tempistica del tutto con grande efficacia e all’equipe del professor Umberto Cillo. Peraltro è noto che i nostri chirurghi trapiantasti sono tra i migliori al mondo. Ringraziamo anche i rappresentati delle istituzioni, le forze dell’ordine, dell’aeronautica, gli operatori sanitari e tutti coloro che hanno partecipato alle operazioni di emergenza per l’efficienza, la disponibilità e la tempestività dimostrate. E tanti auguri di cuore , infine, alla nostra piccola paziente vicentina . Che possa festeggiare il 2014 iniziando una nuova vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità