M5S: “Giustizialismo a senso unico a Vicenza”

Da Daniele Ferrarin, consigliere comunale a Vicenza per il Movimento 5 Stelle, riceviamo e pubblichiamo

*****

Nella notte del 5 dicembre un cittadino ha segnalato, alle forze dell’ordine, quattro giovani vicentini in possesso di bombolette coloranti; sono stati poi identificati e accusati di “imbrattamento” dei muri di alcuni edifici del centro storico di Vicenza. I ragazzi potrebbero essere “writers“ o graffitari, ma questo non giustifica il fatto di esprimere la propria arte danneggiando la proprietà altrui, pubblica o privata che sia. ​Pertanto, se il fatto sarà accertato, i giovani dovranno rispondere della violazione di norme e regolamenti vigenti.

Il sindaco di Vicenza invoca, per i presunti writers, una sentenza dura e significativa, di carattere penale, e annuncia un’azione da parte dell’amministrazione comunale da lui rappresentata. All’improvviso Variati riscopre il valore della legalità, una legalità dimenticata, dal Variati sindaco della città e presidente della Provincia, in merito alle vicende di Borgo Berga, della Banca Popolare di Vicenza, dell’inquinamento delle acque da Pfas, del sotterramento di rifiuti tossici sotto il manto dell’autostrada Valdastico Sud, della devastazione del territorio nell’area pedemontana… Un saccheggio nei confronti del territorio e una truffa in piena regola nei confronti di cittadini.

Riguardo a tutto ciò, solo parole di circostanza e mai azioni concrete atte a difendere gli interessi della città e dei cittadini, mai un’azione forte per far sentire la vicinanza delle istituzioni alle vittime di tali atti. ​Il direttore generale del Comune di Vicenza, in un recente interrogatorio, si è avvalso della facoltà di non rispondere su fatti di sua conoscenza relativi alla vicenda di Borgo Berga. Ottimo esempio di legalità e di trasparenza da parte di chi guida, all’interno della struttura amministrativa, la volontà politica della giunta comunale.

Daniele Ferrarin – Portavoce consigliere comunale Movimento 5 Stelle Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *