Vicenza, c’è chi non sa usare le rotatorie…

Voglio raccontare quanto mi è successo giovedì 24 novembre, alle 6,45 del mattino, a Vicenza, alla rotatoria dell’Albera, mentre in auto andavo al lavoro. Un’auto a forte velocità con una manovra azzardata mi ha sorpassato nella rotatoria e mi ha tagliato la strada all’imbocco di via del Sole. Per protesta, ho suonato il clacson e l’auto, con una brusca frenata, si è fermata in mezzo alla strada e anch’io sono stato costretto a fermarmi. Purtroppo un’auto che seguiva la mia mi ha tamponato.

Poi, la prima auto si è dileguata, ma ho capito subito che il conducente si era fermato con il proposito di causare un incidente. Per fortuna, a parte i danni alle vetture, non ci sono stati feriti. Caro sconosciuto collega automobilista, probabilmente ti sarai vantato del tuo gesto con amici e colleghi, di come sei riuscito a “fottere” un imbranato che ti ha ostacolato su quella che tu evidentemente ogni mattina consideri la tua pista di velocità.

Voglio però dirti alcune cose: con il tuo gesto non solo hai dimostrato stupidità, ma non hai nemmeno raggiunto il tuo scopo. Infatti i danni alla mia vettura sono coperti dall’assicurazione e non pagherò un centesimo. Solo chi mi ha tamponato, ignaro delle tue intenzioni, dovrà pagare per il tuo gesto insensato. Ancora una cosa: non so se sei abbastanza istruito da leggere il giornale ma, nel caso lo fossi, sono certo che per non smentirti sarai orgoglioso di leggere queste righe che parlano di te. Non farti illusioni… Ti dico solo una parola: vergognati!

Lettera firmata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *