Breaking News

Basket, Schio supera Ragusa e conquista la Supercoppa

Vittoria all’ultimo secondo, per il Famila Wuber Schio nella finale di Supercoppa italiana. Oggi, infatti, nel match giocato alle 18 al PalaRomare, le arancioni hanno superato di misura, per 67-66 la Passalacqua Ragusa, ed hanno così conquistato, per l’ottava volta nella loro storia, questo prestigioso trofeo. La gara è stata molto combattuta ed equilibrata, ed è stata decisa solo sulla sirena, da un guizzo di Anderson, che alla fine della partita è stata premiata come mvp.

Passando alla cronaca dell’incontro, è Consolini ad inaugurare le marcature dalla lunga distanza, 0-3, ma Anderson è pronta ad accorciare, 2-3. Ragusa rimette la testa avanti con un gancio di Formica, 2-5, ma la tripla di Sottana riporta il match in parità, 5-5. Le formazioni in campo si danno battaglia, ma nessuna riesce a staccare l’avversaria così, alla prima sirena, il tabellone recita, 18-18.

È ancora parità, all’inizio del secondo quarto, dopo uno botta e risposta tra Anderson e Consolini, 20-20. Poi Schio, che pare più concentrata e commette meno errori delle Aquile, riesce a costruire un mini vantaggio, 32-26. Le Aquile non si danno per vinte e, con grinta e determinazione, erodono il vantaggio delle avversarie, riportandosi a contatto, 33-31. Poi, però, è di nuovo Schio a salire in cattedra e a chiudere la frazione a +7, 40-33.

Alla ripresa delle ostilità, dopo la pausa lunga, sono ancora le padrone di casa dettare i ritmi. Yacoubou e Sottana siglano infatti il massimo vantaggio, 45-33. Immediato il time out di coach Lambruschi, preoccupato della piega che sta prendendo la partita. Le biancoverdi tornano sul parquet più combattive e determinate e infilano una serie di canestri pesanti con Nicholls, Gorini e Formica. Dopo trenta minuti di gara, le siciliane conducono per 54-58.

In apertura di ultimo quarto, dopo diversi errori da entrambe le parti, il Famila recupera lo svantaggio e poi si porta in testa, 63-62. La Passalacqua però è concentrata e non lascia scappare via le avversarie. Le ultime battute del match sono concitate e nervose e le due formazioni ingaggiano una battaglia a suon di sorpassi e controsorpassi. Sul +1 biancoverde, 65-66, quando sul cronometro rimangono appena 7 secondi, Schio ha il possesso palla. Sottana va fino in fondo, ma fallisce l’entrata. Anderson però è in agguato e corregge in tap in l’errore della compagna, per il canestro che vale la vittoria, 67-66.

Schio: Yacoubou 18, Martinez 7, Bestagno 2, Gatti, Tagliamento N.E., Anderson 10, Masciadri 9, Zandalasini 4, Sottana 15, Ress, Macchi 2

Ragusa: Nicholls 13, Consolini 9, Gorini 6, Valerio, Spreafico 6, Formica 12, Rimi. N.E., Bagnara 5, Brunetti 4, Vanloo 11

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *