Breaking News
Marionettisti all'opera in una scena del film "Atelier Colla"
Marionettisti all'opera in una scena del film "Atelier Colla"

Cinque film domani al Working Title Film Festival

Giornata densa domani, giovedì 28 aprile, al Cinema Primavera per il Working Title Film Festival, con proiezioni al mattino per le scuole superiori della città, a partire dalle 9. La proiezione è comunque aperta al pubblico generale. Si comincia con la proiezione di due documentari: “Il gesto delle mani”, di Francesco Clerici”, e “L’acqua calda e l’acqua fredda”, di Marina Resta e Giulio Todescan”. I tre registi saranno presenti in sala per dialogare con il pubblico.

Il primo è un documentario di osservazione, che segue la realizzazione di una scultura di Velasco Vitali, dalla cera al bronzo, all’interno della centenaria Fonderia Artistica Battaglia, come se fosse un’esperienza sensoriale. Il film è stato premiato alla Berlinale e all’Asolo Film Festival nel 2015. “
L’acqua calda e l’acqua fredda” racconta invece una storia operaria fra il Veneto e la Puglia, seguendo le vicende delle centinaia di operai dell’acciaieria Valbruna di Vicenza che provengono dalla città di Giovinazzo, in provincia di Bari, dove fino agli anni ottanta erano presenti le storiche Acciaierie Ferriere Pugliesi.

Passando al pomeriggio, le proiezioni si aprono alle 16.30, con il documentario “La neve nera – Luigi Di Ruscio a Oslo, un italiano all’inferno”, di Paolo Marzoni e Angelo Ferracuti. Luigi Di Ruscio era un poeta e operaio marchigiano emigrato in Norvegia nel dopoguerra. Il film è un viaggio alla ricerca delle tracce di un amico ormai scomparso. A viaggiare dalle Marche alla Scandinavia e, immaterialmente, nelle memorie, nelle lettere, tra gli scritti di Luigi Di Ruscio, è il suo amico scrittore Angelo Ferracuti. Alle 19 verrà replicato “Il gesto delle mani”.

La serata infine proponei due film della casa di produzione indipendente milanese Enece Film: alle 20.30 si proietta “Atelier Colla” di Pietro de Tilla, Guglielmo Trupia e Elvio Manuzzi, mentre alle 21.30 sarà la volta di “Upm Unità di produzione musicale”, di Pietro de Tilla, Elvio Manuzzi e Tommaso Perfetti. Saranno presenti in sala i registi Pietro de Tilla e Tommaso Perfetti. “Atelier Colla” racconta il lavoro della “Carlo Colla e figli” di Milano, una delle più celebri compagnie marionettistiche italiane, dove la distinzione fra artigiano che crea i pupazzi e artista che li mette in scena cade, visto che la compagnia cura entrambi gli aspetti del lavoro.

“Upm Unità di produzione musicale” è invece un film a metà strada fra il documentario e la performance. Una mattina, in uno spazio industriale, 72 musicisti italiani di estrazione varia per esperienza, formazione, età e nazionalità, sono assunti da una fabbrica chiamata Unità di produzione musicale. Fra di loro anche nomi celebri al grande pubblico come Nicolò Fabi e Francesco Bianconi, dei Baustelle. In uno spogliatoio sono loro fornite tute da lavoro ed un numero di matricola, e la giornata prosegue per rigidi turni di lavoro e con regole come il silenzio e l’obbligo di suonare contemporaneamente. Il risultato è un’interessante riflessione con venature sociologiche sul significato di lavoro artistico, e sul conflitto fra creatività e standardizzazione del lavoro. Le schede dei film, con trailer, sinossi, biografie dei registi e note di regia, in questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *