Il tenente colonnello Salvo e il tenente Quarta con la refurtiva sequestrata

Vicenza, rubano da Oviesse. Arrestati in cinque

Non solo shopping gratis ma anche una rissa, all’esterno del negozio, col direttore che ha fermato uno dei ladri. E’ accaduto alle 13 di ieri al centro commerciale Palladio, dove cinque rumeni, volti noti alle forze dell’ordine, due dei quali colpiti da foglio di via da Vicenza, sono entrati nel negozio Oviesse e hanno fatto razzia di capi di abbigliamento per circa 600 euro. Sembra che i cinque già la settimana scorsa fossero riusciti a portare via dei vestiti, e questa volta giravano con zaini e borse.

Il loro è stato una sorta di raid, un prendi e scappa. Quando, all’uscita dei cinque dal negozio, è scattato l’allarme antitaccheggio, una componente della banda (che era formata da quattro donne e un uomo) è stata inseguita dal direttore, che è anche riuscito a raggiungerla. La donna ha però reagito a colpi di borsa, ed anche con dei morsi, e alla fine è riuscita a dileguarsi. Altrettanto avevano fatto gli altri del gruppo

Nel frattempo erano stati allertati i carabinieri, ed in breve tempo i rumeni sono stati tutti individuati e catturati. Grazie a un poliziotto della squadra mobile libero dal servizio, è stato preso un componente della banda, un’altra donna che stava cercando nascondiglio nella scuola elementare di Settecà. Il poliziotto, vedendo quanto stava succedendo, l’ha seguita e fermata.

Altri due sono stati invece catturati dai militari dell’Arma e dagli agenti della Polizia Locale, alla fermata dell’autobus, e uno di loro nella borsa aveva integratori alimentari per un valore di più di 200 euro. Alla fine, in manette, con l’accusa di furto in concorso, sono finiti Lenuta Maria Stoica, 22 anni, Angela Pipis, 27, Simina Radu, 24, Maria Daciana Pipis, 29 e Alecsandru Patruta, 32. Una di loro dovrà rispondere anche di rapina impropria. I cinque hanno accumulato circa venticinque denunce in due anni, tutte per furti avvenuti nel vicentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *