Breaking News
Achille Variati e Milena Cecchetto si contenderanno il 12 ottobre la guida della nuova Provincia di Vicenza
Achille Variati e Milena Cecchetto si contenderanno il 12 ottobre la guida della nuova Provincia di Vicenza

Nuova Provincia di Vicenza, Variati in pole Position, Cecchetto la sfidante

Saranno Achille Variati, sindaco di Vicenza, e Milena Cecchetto, sindaco di Montecchio Maggiore, i due candidati alla presidenza della Provincia di Vicenza. Come è noti, sarà un ente provinciale tutto nuovo quello che il 12 ottobre si va ad eleggere. Sarà un ente di secondo livello innanzitutto, ovvero non ad elezione diretta da parte dei cittadini, e gli amministratori provinciali non saranno retribuiti, a differenza di quanto avveniva in passato nelle Province che eravamo abituati a conoscere.

Ad eleggere i nuovi amministratori provinciali, che per legge debbono essere scelti tra i sindaci del territorio, saranno gli stessi primi cittadini e i consiglieri comunali, quindi coloro che abbiamo eletto nei comuni. La maggior parte delle province del Veneto vengono rinnovate in questo modo  ad ottobre. Restano fuori solo Venezia, che diverrà Città metropolitana, e Treviso, che voterà nel 2016.

Oggi, a mezzogiorno, scadeva il termine per la presentazione delle candidature e delle liste e, nei termini previsti,  sono state presentate quelle di Variati e della Cecchetto, “sottoscritte entrambe – si legge in una nota degli uffici di Palazzo Nievo – da quasi 300 elettori sottoscrittori, e 3 liste di 13 candidati ciascuna a consigliere provinciale”.

Le tre liste sono “Progetto per Vicenza Nord Est”, “Progetto per Vicenza Sud Ovest” e “Provincia di Vicenza, un Patto fra Comuni”. Le prime due appoggiano Variati e sono frutto di un accordo trasversale tra i partiti, una sorta di coalizione civica, nella quale convivono il Partito Democratico, Forza Italia e il Nuovo Centro Destra, che dovrebbe assicurare al sindaco di Vicenza oltre il 70% dei consensi. Impresa ardua dunque per Milena Cecchetto, sostenuta di fatto solo dalla Lega Nord, con un piccolo supporto forse di Fratelli d’Italia.

Le candidature e le liste sono state consegnate ai componenti della commissione elettorale provinciale, formata da Paolo Balzani, Nives Biason, Monica Cominato, Alessandra Padovan, Paola Polo e Luca Nicoletti, coordinati  dal responsabile e presidente dell’ufficio Angelo Macchia. Alla commissione pora il compito di verificare l’ammissibilità delle candidature, operazione tanto tecnica quanto sostanziale.

Si ricorda che la giornata elettorale sarà domenica 12 ottobre dalle 8 alle 20. Sei i seggi aperti in tutto il territorio provinciale, e sono, oltre allo stesso palazzo Nievo, le sale consiliari dei Comuni di Montecchio Maggiore, Asiago e Bassano del Grappa, il Municipio di Thiene e Villa Gazzetta a Sossano. Più di 1.500, 1.571 per la precisione, gli amministratori chiamati alle urne per eleggere il nuovo Consiglio provinciale che sarà composto dal presidente e da 16 consiglieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *