Breaking News

Domani parte “Pace in bici”. Tappa significativa è Bassano del Grappa

La giunta comunale di Bassano del Grappa ha concesso il patrocinio all’iniziativa “Pace in bici”, significativa pedalata nata per fare memoria del lancio delle due bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaky, che congiungerà idealmente l’Altopiano di Asiago con Aviano, dove trova sede una base militare che custodisce ordigni nucleari. La manifestazione, ideata dall’associazione “Beati i costruttori di pace”, farà tappa a Bassano nella giornata di domani, mercoledì 6 agosto 2014 e nell’occasione il sindaco, Riccardo Poletto, firmerà l’adesione a “Mayors for Peace”, la rete di sindaci per la pace presieduta dal sindaco di Hiroshima, nata con l’intento di liberare il pianeta dalle armi nucleari.

Riccardo Poletto
Riccardo Poletto

“A settembre celebreremo i 70 anni dall’Eccidio del Grappa – ha ricordato Poletto – e il prossimo anno prenderanno il via le manifestazioni in occasione del centenario (riferito all’entrata in guerra dell’Italia, ndr) della Grande Guerra. Sono momenti che ci ricordano la nostra storia più tragica e dolorosa, per questo credo sia importante, in ogni momento, operare per la pace. Bassano ha conosciuto la violenza della guerra in più occasioni e ha pagato un tributo altissimo in vite umane e distruzioni alla democrazia e alla libertà di cui oggi godiamo. Non dobbiamo dimenticarlo e abbiamo l’impegno morale di trasferire la memoria alle giovani generazioni, che considerano la guerra una situazione lontana da noi senza pensare che i nostri nonni e i nostri genitori l’hanno vissuta in prima persona”.

Le delegazioni che aderiscono a “Pace in bici” sosteranno sul Ponte degli alpini alle ore 18 per poi riunirsi nella Sala del Consiglio verso le 18.30, dove ci saranno i saluti ufficiali e alcuni momenti di riflessione. Sarà un’occasione molto importante per manifestare in favore della pace ed in solidarietà con tutte le città che sono drammaticamente colpite dalla guerra.

La pedalada, come è noto, farà tappa in molti comuni, tra i quali anche Marano Vicentino, dove 12 alle 13, alle Ca’ Vecie, in sala Consiliare, l’amministrazione  comunale riceverà la delegazione di “Beati i costruttori di pace” per manifestare la necessità di costruire e mantenere la pace nel mondo.

“Vorremmo far memoria delle vittime – ha sottolineato il sindaco di Marano, Piera Moro, – e rinnovare l’impegno affinché il grido e il no deciso contro ogni forma di guerra siano una voce che gli uomini possano ancora sentire. La pace è ancora un sogno per troppi popoli, per il Medio Oriente, per l’Ucraina e per molte nazioni africane. E’ importante aderire per un nuovo impulso per la pace e il disarmo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *